Muore a 31 anni in un incidente con la bici, il ricordo della Caritas

Aveva 31 anni il senegalese ospitato dal 2016 nel Centro di accoglienza di Terni e deceduto a Eboli dove si era recato per festeggiare il permesso di protezione internazionale: "Un esempio di integrazione"

Inutili i soccorsi per il giovane senegalese

Aveva 31 anni ed era ospite del Centro di accoglienza di Terni il senegalese morto la scorsa settimana ad Eboli in un incidente stradale. Yoro, questo il suo nome, stava percorrendo la strada provinciale tra Eboli e Battibaglia quando è stato tamponato da una Fiat Panda che lo ha scaraventato a terra. Inutili i soccorsi, la violenta botta in testa e le lesioni interne non hanno dato scampo al giovane senegalese che era ospite a Terni dal 2016 nell'ambito dei progetti Sprar e che si era recato a Eboli per festeggiare il permesso di protezione internazionale che aveva appena ottenuto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un ragazzo cordiale e volenteroso", ricordano la Caritas Diocesana Terni Narni Amelia e l’associazione di Volontariato San Martino. "Dopo essere uscito dal progetto Sprar a Terni - proseguono - era divenuto un esempio d'integrazione: studio, lavoro come agricoltore, amore per il nostro Paese e sincera amicizia con tante persone, ricambiata con affetto da tutti, un punto di riferimento per altri ragazzi più giovani. Aveva frequentato un corso di formazione in orticoltura con interesse e volontà e si arrangiava con i piccoli lavori saltuari che riusciva a trovare, riuscendo a stringere anche relazioni di amicizia e di reciproca fiducia con chi gli offriva aiuto. Inoltre, si rendeva utile a svolgere attività di volontariato all’interno dell’associazione che lo ospitava, era sempre disponibile verso il prossimo. Vogliamo ricordarlo con il sorriso con il quale aveva affrontato tutte le difficoltà, sperando che il suo sorriso e la sua speranza illumini il nostro cammino e sia di esempio agli immigrati  che sono e vengono nel nostro Paese". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento