rotate-mobile
Cronaca

Scommesse sull’espulsione di Bellomo durante Ternana-Bari: la procura federale Figc apre inchiesta

Le giocate sul cartellino rosso nei confronti del centrocampista dei Galletti avrebbe generato un flusso anomalo di scommesse

La procura federale della Figc ha aperto un fascicolo di indagine sull’espulsione di Nicola Bellomo in Ternana-Bari, match valevole per il ritorno dei play-out di Serie B giocato al Libero Liberati di Terni lo scorso 23 maggio e vinto dalla squadra pugliese. La giocata sul rosso al calciatore di Bari vecchia, secondo quanto riportato dall’agenzia stampa LaPresse, avrebbe generato un flusso anomalo di scommesse.

Bellomo, che non era in campo nel match del Liberati, era stato espulso dalla panchina al 78esimo della gara finita 0-3 per i biancorossi in casa degli umbri, a causa di un litigio con un raccattapalle. Ora la palla passa nelle mani del procuratore Giuseppe Chinè, il quale indagherà con l’Agenzia delle dogane e dei monopoli per appurare eventuali irregolarità.

Già dal giorno successivo alla partita che ha decretato la permanenza in Serie B dei Galletti sui social erano iniziate a circolare foto di schedine sull’espulsione di Bellomo che celebravano la vincita. Ad ogni modo, si tratta di un evento pagato soltanto da alcuni bookmaker (non quello delle foto che circolano) poiché per essere vincente la giocata deve coinvolgere un calciatore in campo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scommesse sull’espulsione di Bellomo durante Ternana-Bari: la procura federale Figc apre inchiesta

TerniToday è in caricamento