rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Ragazzino cade su una ringhiera e rischia di perdere una mano, eccezionale intervento al Santa Maria

La sbarra di ferro gli è penetrata nel braccio, così l’equipe di chirurgia vascolare dell’ospedale di Terni ha salvato l’arto superiore di un 13enne

Complesso e delicato intervento all’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni, eseguito dal team della chirurgia vascolare diretta dal dottor Raimondo Micheli, per un gravissimo trauma dell’arto superiore sinistro, con ischemia della mano, di cui è rimasto vittima un tredicenne.

Il ragazzo è caduto accidentalmente sopra alla sbarra di ferro di una ringhiera che è poi penetrata nel braccio, procurandogli gravi ferite e soprattutto la trombosi dell’arteria omerale e la conseguente assenza di flusso sanguigno alla mano con il rischio, dunque, di un’amputazione dell’arto.

L’equipe di chirurgia vascolare - composta dai dottori Paolo Ottavi, Maria Concetta Gugliotta, Antonio Luparelli, coadiuvati dal cardio-anestesista dottor Sandro Morelli - ha così proceduto a un delicato intervento prelevando una vena dalla gamba ed eseguendo un by-pass nel braccio per il ripristino di una adeguata circolazione. 

Il ragazzo, al termine dell’operazione, risulta in ottime condizioni, con la mano vitale e con la conservazione di tutti i movimenti.

Il Santa Maria di Terni continua dunque a svolgere la sua missione di alta specialità, garantendo cure di alta qualità grazie alla formazione e alla professionalità del suo personale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzino cade su una ringhiera e rischia di perdere una mano, eccezionale intervento al Santa Maria

TerniToday è in caricamento