Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

“Ho una pistola”. Minaccia di morte la moglie mentre era agli arresti domiciliari: arrestato dalla polizia di stato

Gli agenti lo hanno rintracciato presso la sua abitazione, non trovando però nessuna pistola. E’ stato comunque denunciato per minacce ed evasione

foto di repertorio

Un cittadino albanese di 36 anni, agli arresti domiciliari, è stato tratto in arresto e condotto nella casa circondariale di Sabbione. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, il fatto risale alla notte di domenica 24 gennaio. Nello specifico l’intervento della polizia è stato richiesto, dai familiari dell’uomo, perché li avrebbe minacciati di morte al citofono della loro abitazione. Il trentaseienne infatti avrebbe sostenuto di portar con sé una pistola. Gli agenti della squadra volante sono arrivati pochi minuti dopo, ma di lui non c’era più nessuna traccia.

Dopo un rapido accertamento i poliziotti sono arrivati alla sua identità. L’uomo risultava agli arresti domiciliari per precedenti reati e sposato con un’italiana. La donna era però tornata a vivere con la sua famiglia di origine, poiché non poteva più tollerare il comportamento violento del marito. Gli agenti lo hanno rintracciato presso la sua abitazione, non trovando però alcuna pistola. E' stato comunque denunciato per minacce ed evasione. Ne è seguita la segnalazione all’autorità giudiziaria che aveva disposto la misura degli arresti domiciliari. La stessa ha immediatamente sospeso la misura alternativa al carcere, disponendo l’immediato accompagnamento alla casa circondariale di Sabbione, in considerazione delle gravi violazioni della misura a cui era sottoposto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ho una pistola”. Minaccia di morte la moglie mentre era agli arresti domiciliari: arrestato dalla polizia di stato

TerniToday è in caricamento