“Invasione” di calabroni, duecento interventi dei vigili del fuoco

Estate di fuoco, soltanto nella giornata di domenica sono stati richiesti una quindicina di azioni di disinfestazione. Ma il personale è all’osso: “Altro che coperta troppo corta, qua ormai abbiamo solo una federa”

La “coperta troppo corta” è diventata “una federa”. “Le richieste sono sempre di più, noi vogliamo garantire il servizio. Ma il personale è all’osso”. E così, questa “invasione” di calabroni diventa un’emergenza sotto tanti punti di vista.

Sono circa duecento le richieste di intervento giunte ai centralini dei vigili del fuoco negli ultimi tre mesi. Soltanto nella giornata di ieri, al 115 sono arrivate una quindicina di chiamate. Da tutta la provincia, che va da Orvieto a San Venanzo. I vigli del fuoco si rimboccano le maniche e intervengono, nonostante quello della disinfestazione non rientri tra i loro compiti istituzionali. Spetterebbe infatti alla Asl occuparsi della bonifica. Ma tant’è.

Il servizio era stato organizzato con una apposita squadra composta da tre persone che coprivano un arco di sei ore al giorno. Poi turni, ferie ed esigenze di servizio hanno riportato l’attività nella gestione ordinaria. Significa che, nel momento in cui arriva la richiesta di intervento, la squadra si muove. E cinque persone sono impegnate per almeno un’ora. Nel frattempo, però, al centralino di chiamate ne arrivano altre sette, otto o dieci. E la coperta diventa una federa.

“Per fortuna – dicono i vigili del fuoco – abbiamo in essere una convenzione con la Regione: almeno così riusciamo a recuperare le risorse per pagare almeno il materiale necessario agli interventi e coprire le spese”. Il problema dell’organico però resta a galla. Con tutte le difficoltà del caso nel trovare il punto di equilibrio tra garantire i servizi e rispettare i diritti di chi lavora. “Alcuni devono ancora fare le ferie del 2017. Il personale è ai minimi.  Anzi, sotto i minimi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E allora? “Meglio quando piove – dicono scherzando i vigili del fuoco – così almeno la gente non pensa ai calabroni”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento