Cronaca Centro / Piazza Cornelio Tacito

“Sono stato io”, ha confessato il responsabile del lancio di una bottiglia durante la festa per la Ternana in B

È successo sabato in piazza Tacito, ferito un altro tifoso: nei guai un ternano di 35 anni. La ricostruzione confermata dalle immagini riprese dalla Digos

Festa con denuncia per un ternano di 35 anni che ora deve rispondere delle accuse di violenza a pubblico ufficiale, getto pericoloso di cose e lesioni aggravate.

Si è presentato spontaneamente agli agenti della questura di Terni, raccontando quanto accaduto sabato scorso, 3 aprile, in piazza Tacito in occasione dei festeggiamenti per la promozione della Ternana in serie B.

Radunatosi assieme ad altri sostenitori rossoverdi, il 35anni ha raccontato di avere lanciato una bottiglia di vetro in direzione del personale delle forze dell’ordine impegnato nel servizio di sicurezza. La bottiglia non ha però colpito agenti o carabinieri, ma è finita in testa ad un altro tifoso della Ternana, colpendolo in testa e procurandogli ferite che sono state giudicate guaribili in quindici giorni.

Il suo racconto – per i fatti l’uomo si è detto “molto pentito” – ha trovato riscontro nelle immagini che sono state registrate dagli agenti della Digos della questura ternana, grazie alle quali è stato possibile ricostruire in fatti nella loro interezza.

“L’attività di indagine – spiega una nota diffusa dalla questura - è stata coordinata dal procuratore della Repubblica di Terni che, grazie all’individuazione del colpevole del gesto, auspica serenità all’ambiente, non solo sportivo, anche in vista dei prossimi impegni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Sono stato io”, ha confessato il responsabile del lancio di una bottiglia durante la festa per la Ternana in B

TerniToday è in caricamento