Litiga coi ciclisti in mezzo alla strada e gli spara contro un colpo di fucile: cacciatore finisce nei guai

È successo a Stroncone, i carabinieri sequestrano l’arma. Le altre operazioni: evade dai domiciliari e minaccia il proprietario di casa, denunciato. Scoperto dai militari con uno zaino rubato

Nei guai un cacciatore residente nel Reatino, denunciato dai carabinieri per avere esploso un colpo di fucile verso alcuni ciclisti con cui aveva avuto un diverbio.

È successo qualche giorno fa a Stroncone. I ciclisti, per fortuna incolumi, si sono rivolti alla stazione carabinieri per denunciare l’accaduto ed i militari, al termine di una scrupolosa attività di indagine, hanno identificato e rintracciato l’autore del gesto. L’uomo, un 72enne della provincia di Rieti, incensurato, è stato ieri denunciato per minaccia aggravata ed esplosioni pericolose ed è stato inoltre segnalato alla Prefettura di Rieti per la verifica dei requisiti per il mantenimento del porto d’armi. Su richiesta della stazione di Stroncone, i carabinieri di competenza sulla sua residenza hanno proceduto al ritiro cautelativo delle armi in possesso del cacciatore.

Sempre nella giornata di ieri, a conclusione delle attività di indagine i militari della stazione di Narni hanno denunciato un 38enne originario della provincia di Bari ed attualmente sottoposto alla misura degli arresti domiciliari nella città del Gattamelata che, violando le prescrizioni impostegli, si era allontanato dal suo domicilio ed aveva posto in essere in più occasioni condotte persecutorie e minacciose nei confronti del proprietario della sua abitazione. L’uomo è stato deferito all’autorità giudiziaria di Terni per evasione ed atti persecutori.

Ancora nel pomeriggio di ieri, i militari della stazione di Papigno hanno fermato e controllato un 42enne romeno, noto pregiudicato e sottoposto alla misura di prevenzione dell’avviso orale. Avendo notato che lo stesso avesse un atteggiamento nervoso i militari eseguivano una perquisizione sul soggetto e degli effetti personali che aveva con sé ed accertavano che lo zaino in suo possesso era stato denunciato due settimane prima quale oggetto di furto dal un 38enne ternano. Contattato il proprietario i carabinieri gli restituivano lo zaino e denunciavano il 42enne per ricettazione e violazione degli obblighi imposti dalla misura di prevenzione dell’avviso orale, secondo cui i soggetti che vi sono sottoposti non devono commettere reati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno store internazionale di abbigliamento apre in centro a Terni. Al via le selezioni: “Entro la fine del 2020 l’inaugurazione”

  • Coronavirus, ecco il farmaco più efficace contro ansia, depressione e panico da pandemia

  • Umbria Arancione | La nuova ordinanza regionale nella sintesi grafica

  • Umbria arancione | Misure restrittive confermate dalla Tesei fino al 29 novembre

  • Coronavirus, nove decessi e 344 guarigioni. A Terni superata la soglia dei 1600 attuali positivi

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

Torna su
TerniToday è in caricamento