menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I soldi della mafia nelle casse di una azienda ternana: scatta l’operazione della polizia

Amministrazione giudiziaria per una start-up fondata nel 2013 e attiva nella selezione del personale

Disposta l’amministrazione giudiziaria per una start-up di Terni sospettata di essere stata influenzata economicamente da soggetti contigui a cosa nostra. La polizia di Stato ha eseguito il provvedimento emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo, su proposta del questore Renato Cortese.

Secondo quanto riporta l’Adnkronos, l’azienda è la Face4job, fondata nel 2013 da un imprenditore di Partinico e che svolge un servizio di supporto digitale e telematico alle imprese nell’ambito delle attività di ricerca e selezione del personale.

La misura di prevenzione si collega al decreto di sequestro emesso lo scorso gennaio nei confronti di Benedetto Bacchi, 47 anni, che ha interessato beni per 6 milioni di euro, tra i quali il 10% del capitale sociale della srl.

Notizia in aggiornamento

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento