Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Centro

Mariana morta in casa, il dramma della solitudine: a Terni 10mila over 65 vivono soli

L’ultimo caso della 53enne ritrovata cadavere dopo diversi giorni rilancia il tema di chi non ha più nessuno. In città il 40% delle famiglie è monoparentale: 20mila persone, la metà sono anziani

Ritrovata con il corpo ormai in stato di decomposizione, sarà probabilmente l’autopsia a svelare la ragione della sua morte. Mariana, 53 anni, originaria di Timisoara, in Romania, se ne è andata nella sua abitazione di via Cavour, in pieno centro, senza dirlo a nessuno. In solitudine, sul corpo nessun segno di violenza, probabilmente un malore l’ha portata via senza che nessuno potesse accorgersene. Dopo giorni i vicini di casa hanno lanciato l’allarme, allertati anche dal cattivo odore proveniente dalla sua abitazione. Fino alla terribile scoperta. 

Il caso di Mariana rilancia il tema del dramma della solitudine: il rischio che corrono ogni giorni quelle persone, al di là dell’età, che non hanno più nessuno. Come Mariana appunto, in Italia da 30 anni insieme a suo marito, morto una decina di anni fa per un malaccio. A colpire in questo caso è l’età, 53 anni. Pochi, se si pensa che in questo triste scenario di solitudine molto più spesso finiscono gli anziani. 

Su Terni e Provincia, dall’inizio dell’anno sono 4 i casi riscontrati dai vigili del fuoco: a questi ci sono da aggiungere le situazioni in cui il loro intervento non è richiesto, magari perché non c’è bisogno di forzare gli ingressi nell’abitazione della persona di cui non si hanno più notizie da un pò. 

A fotografare la situazione sul lungo termine è il Dup, il Documento Unico di Programmazione del Comune. La cifre rilanciano il tema dell’invecchiamento della popolazione, avviato da tempo nel Ternano. “Terni si posiziona tra le città italiane con popolazione più anziana e ai primi posti per percentuale di grandi anziani (ultra75enni). L’indice di vecchiaia, costantemente in crescita, è pari a 241, valore molto al di sopra della media nazionale e tra i più alti d’Italia”. Inoltre, “la quota di ultra65enni, in crescita costante è pari al 27% del totale dei residenti contro il 23% a livello nazionale. Cresce a ritmo ancora più veloce, di circa mille ogni 5 anni, anche la quota di grandi anziani, ovvero di quelli che hanno 75 anni e più, che hanno superato quota 16mila. Di conseguenza si contraggono le altre classi d’età: soltanto l’11,2% ha meno di 15 anni e il 61,7% della popolazione ternana ha un’età compresa tra 15 e 64 anni. Entrambe le percentuali risultano in calo rispetto allo scorso anno e inferiori rispetto al dato nazionale”.

Invecchiamento che poi si ripercuote sulla composizione delle famiglie. A Terni ne risiedono circa 52mila, un numero “costantemente in crescita”. A quasi parità di popolazione, rispetto a trent’anni fa le famiglie sono il 25% in più. Al contrario, però, la dimensione delle stesse si è ridotta: il numero medio di componenti per nucleo familiare è passato da 2,7 a 2,1. “L’incremento maggiore lo hanno subito le famiglie monocomponente che attualmente sono circa il 40% di tutte le tipologie familiari ternane. Delle oltre 20.300 persone che vivono da sole, quasi il 45% ha più di 64 anni”. Vale a dire quasi diecimila anziani soli.

Processi che vanno sul lungo termine e su cui il Comune punta a intervenire. Di recente l’amministrazione ha pubblicato il bando pubblico denominato “Domiciliarità anziani non autosufficienti e riduzione della residenzialità”, finalizzato a sostenere la permanenza degli non autosufficiente nel proprio domicilio attraverso un contributo economico da utilizzare per l’assunzione di assistenti familiari. Per l’assessore al welfare Cristiano Ceccotti “le misure previste rappresentano un importante sostegno alle famiglie in un momento di grande criticità”. Una misura che mira a contenere le situazioni di abbandono determinate dall’onda lunga dell’invecchiamento della popolazione, processo di sicuro avviatosi anni e anni fa.   

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mariana morta in casa, il dramma della solitudine: a Terni 10mila over 65 vivono soli

TerniToday è in caricamento