rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Cronaca

Botte, minacce e insulti anche dopo l’addio: marito violento allontanato da casa e dalla ex moglie

Inferno lungo un anno per una quarantenne di Terni, la misura è stata eseguita dai carabinieri con le accuse di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori

Un inferno lungo un anno e poi uno spiraglio. Neanche la separazione era riuscita a fermare le violenze, gli insulti e le minacce di un quarantenne ternano nei confronti della ormai ex moglie. È stato necessario l’intervento dei carabinieri di Terni che hanno eseguito una misura pre-cautelare che prevede l’allontanamento dalla casa famigliare e il divieto di avvicinamento alla ex, nei confronti dell’uomo, accusato di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori nei confronti della donna, coetanea.

Secondo quanto denunciato dalla donna – e in base alla ricostruzione degli inquirenti – dall’inizio dell’anno il 41enne aveva iniziato a offendere e minacciare la moglie, arrivando in alcune occasioni a vere e proprie violenze fisiche, causandole lividi ed ematomi a viso e faccia. Un incubo che era culminato con la separazione.

Separazione che però non aveva arrestato le violenze visto che l’uomo avrebbe continuato a chiamare la ex con telefonate dal contenuto “offensivo e minatorio”, dicono i carabinieri in una nota.

A questo punto, la donna si è rivolta ai militari, denunciando quanto stava accadendo. E il marito ha fatto lo stesso, raccontando di ricevere continue chiamate e di esser stato diffamato anche via social. Le indagini dei carabinieri – coordinati dalla procura della Repubblica di Terni, nell’ambito del “codice rosso”, il protocollo che scatta nel caso di violenza sulle donne - hanno però portato a galla la verità. E gli elementi raccolti hanno permesso all’autorità giudiziaria di far scattare la misura eseguita nelle scorse ore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte, minacce e insulti anche dopo l’addio: marito violento allontanato da casa e dalla ex moglie

TerniToday è in caricamento