Caso Diciotti, la Diocesi di Terni: anche noi disponibili all’accoglienza

La Chiesa ternana, attraverso Caritas e associazione San Martino, pronta ad ospitare i migranti sbarcati a Catania

Dopo l’apertura del cardinal Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia e presidente della Conferenza episcopale italiana, e l’appoggio del vescovo di Spoleto-Norcia e presidente della Ceu, monsignor Renato Boccardo, anche la Diocesi di Terni-Narni-Amelia ha offerto la sua disponibilità all’accoglienza dei migranti sbarcati nei giorni scorsi dalla nave Diciotti.

VIDEO | Lo sbarco dei migranti a Catania

LA VICENDA | Diciotti, un caso politico

Nelle ultime ore da piazza Duomo, per mano di Caritas e associazione San Martino, è infatti partita una nota nella quale si mettono a disposizione le strutture diocesane nel momento in cui ci sarà l’eventuale necessità di ospitare una parte dei profughi raccolti dalla nave della guardia costiera attualmente destinati a Rocca di Papa, a sud di Roma.

La conferma arriva anche dal presidente della San Martino, Francesco Venturini: “Come le altre Caritas in Italia, abbiamo anche noi offerto la nostra disponibilità. Al momento non abbiamo però ricevuto nessuna risposta”.

Attualmente i servizi di accoglienza attivi nel territorio della Diocesi, fra Terni, Narni ed Amelia, ospitano fra le 150 e le 200 persone, fra cui minori non accompagnati e persone con disagio mentale, sia nell’ambito dei progetti Sprar (sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) sia nei Cas, centri di accoglienza straordinaria. “Siamo comunque al di sotto della soglia, l’emergenza – dice Venturini – è finita ormai da molto tempo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

Torna su
TerniToday è in caricamento