menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaca e fuori di sé, minaccia di morte l’ex marito: cinquantenne finisce in manette

Arrestata dai carabinieri con l’accusa di “atti persecutori”: è entrata nel giardino dell’uomo e, di fronte ai figli, lo ha insultato e minacciato. Lei si difende: volevo solo vedere i nostri figli

Minacce, insulti. Con il cane senza guinzaglio e museruola. Una donna ternana è stata arrestata la scorsa notte dai carabinieri di Terni con l’accusa di “atti persecutori” nei confronti dell’ex marito.

L’intervento dei militari è scattato attorno all’una di notte dopo che l’uomo aveva allertato la centrale operativa. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, la donna si sarebbe recata presso l’abitazione dell’ex marito, entrando nel giardino della casa di proprietà di quest’ultimo con un cane al quale, solo quando la stessa si accorgeva dell’arrivo di carabinieri, venivano messi la museruola ed il guinzaglio.

La cinquantenne, che appariva fortemente agitata ed ubriaca, giustificava la propria presenza con la voglia di vedere i figli. L’ex marito ha invece raccontato di essere stato costretto a far intervenire i carabinieri perché la ex, dopo aver suonato insistentemente il citofono, aveva cominciato ad inveire contro di lui e ad offenderlo, arrivando anche a minacciarlo di morte di fronte ai figli.

Sembra che la donna non sia nuova a comportamenti di questo tipo, per i quali è stata ripetutamente denunciata all’autorità giudiziaria. Il cane, un pastore tedesco, è stato affidato agli operatori veterinari della Usl che se ne prenderanno cura fino a che la donna resterà nel carcere di Perugia, dove è stata portata nel corso della notte.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto a Terni, è scomparso lo storico dirigente Enrico Clementoni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento