rotate-mobile
Cronaca Montegabbione

Montegabbione, carabiniere si finge della banda e arresta il ‘palo’ durante un furto

Il comandante della stazione dell’Arma, tramite la radio trasmittente trovata, è riuscito a risalire a un componente della banda. Indagini sugli altri, fuggiti alla vista della ragazza mentre scassinavano la cassaforte di casa

“Abbiamo fatto”, “Arrivo”. Questa la chiacchierata con cui il comandante della stazione dei carabinieri di Montegabbione è riuscito a risalire e ad arrestare il ‘palo’ di una banda di ladri, un 52enne già noto alle forze dell’ordine. Il fatto è successo a mercoledì pomeriggio a Montegabbione.

Poco dopo le 15.30, due ladri si sono introdotti in una casa muniti di numerosi arnesi di scasso e intenti ad aprire con un frullino la cassaforte posta nel magazzino. I rumori, però, hanno attirato l’attenzione della figlia del proprietario dell’appartamento che si è così trovata faccia a faccia con i due ladri i quali, alla vista della ragazza, si sono dati alla fuga. Allertati i carabinieri il maresciallo, dopo aver trovato sul posto una radio trasmittente, ha avuto l’intuizione giusta.

Spacciandosi per uno di loro, ha attirato infatti l’attenzione del ‘palo’ che, una volta giunto sul posto a bordo di una Fiat Panda, è stato arrestato con l’accusa di tentato furto in abitazione in concorso con altri due soggetti, al momento sconosciuti e nei confronti dei quali sono in corso accertamenti per l’identificazione. Durante la perquisizione, i militari constatavano che sul veicolo erano state applicate delle targhe adesive per evitare che da un controllo emergesse quella originale. 

La procura della Repubblica di Terni ha disposto la misura degli arresti domiciliari nei confronti del 52enne in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montegabbione, carabiniere si finge della banda e arresta il ‘palo’ durante un furto

TerniToday è in caricamento