Metadone e alcol, ecco il mix letale che ha stroncato le giovani vite di Flavio e Gianluca

A quattro mesi dalla tragedia che ha sconvolto Terni, le indagini tossicologiche chiariscono le sostanze che hanno provocato la morte dei due quindicenni

Metadone e alcol. Eccolo il mix letale che ha stroncato le giovani vite di Flavio e Gianluca, i due quindicenni morti a Terni all’inizio dello scorso luglio. A quattro mesi da quei drammatici fatti, le analisi tossicologiche svolte dai medici legali medici legali Massimo Lancia e Paola Melai – incaricati dalla procura della Repubblica di Terni - rilevano che la morte è stata causata da mix di metadone in modeste quantità e alcol.

La scienza dunque conferma quello che era emerso già nelle primissime fasi dell’indagine: il farmaco è stato ceduto ai due ragazzini dal pusher quarantenne per 15 euro, come lui stesso ha ammesso prima di essere arrestato dai carabinieri. Gli accertamenti svolti sui liquidi corporali e sui capelli dei due ragazzi non hanno evidenziato la presenza di altre sostanze.

È dunque probabile che il metadone abbia rilasciato i suoi effetti mortali diverse ore dopo la sua assunzione e che il malessere accusato dai due sia stato in prima battuta innescato dall’alcol. Il farmaco avrebbe iniziato ad agire quando i due già dormivano e – soprattutto – ha avuto un effetto letale su organismi tutt’altro che assuefatti a questo tipo di sostanza.

Le analisi non chiariscono però i contorni della vicenda. Se cioè quella dello scorso luglio è stata la prima e fatale volta dei due ragazzi con il metadone o se, al contrario, c’era già stata qualche esperienza pregressa. E se, ancora, altre droghe – illegali o meno – facevano parte del mondo dei due quindicenni.

L’inchiesta sembra comunque avere costruito una base solida su cui proseguire. Il pusher ternano è indagato con l’accusa di “morte come conseguenza di altro reato”. Attualmente si trova agli arresti domiciliari in una comunità di recupero di Spello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento