rotate-mobile
Cronaca

Terni, è scomparso Walter Patalocco icona del giornalismo locale

Una figura di riferimento e di stimolo per la città

Una scomparsa che ha destato profondo cordoglio. Il giornalista e collega Walter Patalocco è spirato all’età di 72 anni. Una figura di riferimento e di stimolo per la città, capace di raccontarla in modo autentico. Una passione divenuta professione grazie all’impegno e alla dedizione al lavoro. Per tanti anni è stato a capo del Messaggero. Ha collaborato con altre testate, divenendo un punto di riferimento per tanti colleghi, stimato quanto apprezzato da tutti coloro i quali hanno avuto l’opportunità di conoscerlo o, più semplicemente, leggere i suoi servizi.

Il ricordo di Francesco Filipponi: “Questa notte ci ha lasciato Walter Patalocco. Walter è stato impegnato per oltre 50 anno nel giornalismo, la sua passione diventata anche la sua professione. Abbiamo avuto l'onore ed il piacere di conoscerlo nella sua attività di giornalista, nella quale ha raccontato sempre i fatti con grande ed onesta oggettività. Personalmente ho condiviso con Walter anche un pezzo di cammino nel PD, forza politica nella quale Walter aveva riposto molta fiducia. Un grande abbraccio alla moglie e ai figli Alessio e Leonardo. Esprimo loro la mia vicinanza e quella del Gruppo Consiliare del PD di Terni.”

Il messaggio dell'Associazione Stampa Umbra: "Il giornalismo umbro e ternano sono di nuovo in lutto. È morto infatti a 72 anni Walter Patalocco, decano dei giornalisti ternani, professionista che ha accompagnato e raccontato per decenni la città ed ha segnato un'epoca nel modo di fare giornalismo e in quello di intrattenere rapporti. Per tanti anni responsabile della redazione di Terni, insieme a Dante Ciliani ha formato un connubio che ha segnato per sempre la storia del giornalismo ternano e non solo. Penna ficcante, mente lucida e talento innato, hanno fatto di Walter un vero e proprio punto di riferimento per tanti colleghi, sia quelli che si affacciavano alla professione che quelli  che già la conoscevano. Mai banale, mai superficiale, sempre estremamente attento ai valori e alle regole di questo mestiere come quasi ne fosse un custode, restando giornalista anche dopo il suo congedo per raggiunti limiti d'età".

Ed ancora: "La notizia. Era quella la sua stella polare e per quella ha combattuto una vita intera. Patalocco ha continuato infatti a svolgere quella che per lui è stata da sempre la passione della vita, il raccontare l'attualità vista dal giornalista, perché Walter giornalista lo era nel profondo e non solo per mestiere. Assostampa ha avuto l'onore di conoscerlo direttamente anche come sindacalista avendo egli fatto parte del direttivo Asu ed il suo impegno anche in questi anni non è mai mancato. Attualmente infatti era presidente del consiglio di disciplina dell'Ordine dei Giornalisti, ruolo che svolgeva con il solito piglio e con la solita competenza. Il presidente di Asu Massimiliano Cinque e il direttivo esprimono le più sentite condoglianze alla famiglia e si stringono al dolore che in queste ore sta accompagnando i famigliari e tutti coloro che lo hanno conosciuto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, è scomparso Walter Patalocco icona del giornalismo locale

TerniToday è in caricamento