rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Terni piange Enrico Cini: fu direttore dell'Istess: "Portò da noi la scienza"

E’ morto la mattina dell’11 gennaio a 88 anni. Ingegnere, fu anche a capo dello stabilimento chimico della Polymer

È morto a Terni nella prima mattina dell’11 gennaio 2022 Enrico Cini, direttore dell’Istess dal 1993 al 1998. Originario di Roma ma ternano di adozione, Cini era nato il 17 giugno 1933.

WhatsApp Image 2022-01-11 at 15.03.45-2Ingegnere e direttore dello stabilimento Montedison alla Polymer, è stato fondatore del Lions Club di Terni “San Valentino”, rimanendo nel direttivo per quasi trent’anni: presidente dal 1994 al 1995, portavoce dal 1996 al 1997, dal 2007 al 2009 e dal 2011 al 2013, segretario dal 2009 al 2010 e Revisore dei Conti fino ad oggi.

Quando nel 1993 Amabilia Diotallevi da dieci anni alla guida dell’Istess si dimise da direttrice, anche a causa del crescente impegno nel Centro Italiano Femminile (di cui era diventata vicepresidente nazionale), il vescovo Franco Gualdrini affidò a Cini la direzione dell’Istituto culturale della Diocesi.

“L’ingegner Cini portò nell’Istess la scienza” racconta Stefania Parisi, che gli è succeduta nel 1999. “Il vescovo Santo Quadri aveva fondato l’Istituto come scuola teologica. Con Amabilia Diotallevi iniziò ad occuparsi anche di letteratura, attualità, politica e arte. La grande novità portata da Enrico Cini furono gli incontri scientifici, che diedero una nuova impronta e nuova linfa attraverso conferenze e convegni. Lo ricordo come una persona speciale, sempre sorridente e ma anche schivo, timido e riservato”.

Primo uomo a guidare il centro culturale della Diocesi, Cini ha traghettato l’Istess in una fase di transizione tra due grandi direzioni femminili, mantenendo alto il prestigio dell’Istituto e la qualità dell’offerta culturale.

Per un curioso caso del destino, proprio il giorno del suo 88° compleanno – il 17 giugno 2021 - l’Istess è tornato ad essere guidato da un uomo, con l’elezione di Arnaldo Casali.

“Mi dispiace molto non avere avuto l’opportunità di conoscere personalmente Enrico Cini – commenta Casali – ma gli sono molto grato perché il mio primo ricordo dell’Istess risale proprio agli inizi del suo mandato: la proiezione di un film su santa Chiara al Cenacolo San Marco, che ha rappresentato anche il primo evento cinematografico organizzato dall’Istituto, dodici anni prima della nascita del Terni Film Festival, e che vide la partecipazione di Lilia Sebastiani, che proprio ieri ha tenuto una Lectio Magistralis della Scuola di Teologia al Museo Diocesano: due segni forti di continuità nel tempo”.

Persona mite, gentile e molto amato, Cini lascia la moglie e due figli. Il funerale sarà celebrato giovedì 13 gennaio alle 10.30 a San Valentino.  

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni piange Enrico Cini: fu direttore dell'Istess: "Portò da noi la scienza"

TerniToday è in caricamento