Nessuna truffa ai danni dello Stato, assolti Stefano Neri e Paolo Allegretti

La sentenza del tribunale di Terni scagiona i vertici di TerniEnergia dopo l’indagine della guardia di finanza che aveva portato al sequestro di oltre 7,5 milioni di euro

Il tribunale di Parma ha assolto “perché il fatto non sussiste” Stefano Neri e Paolo Allegretti, rispettivamente amministratore delegato e dirigente di Terni Energia e amministratore delle società proprietarie degli impianti (entrambi difesi dall’avvocato Antonia Antonella Augimeri del foro di Milano) a seguito di un’indagine per truffa ai danni dello Stato relativa a incentivi sul fotovoltaico per le serre in Sardegna costruite dall’allora TerniEnergia (oggi algoWatt).

Al centro dell’inchiesta coordinata dal pubblico ministero Giuseppe Amara erano finite tre società agricole in provincia di Sassari: Agricola Fotosolara Cheremule srl (detenuta al 100% da TerniEnergia), Agricola Bonnanaro srl e Agricola Fotosolara Oristano srl (detenute al 50% in joint venture da TerniEnergia).

Secondo gli inquirenti, sui terreni delle tre società erano stati costruite delle serre fotovoltaiche che avevano consentito alle tre società di ottenere oltre 7,5 milioni di fondi pubblici dal Gestore dei servizi energetici (Gse). Ma per per gli inquirenti, quegli impianti non erano funzionali alle attività agricole, ma solo alla produzione industriale di energia elettrica.

Nel corso del dibattimento in aula lo stesso pubblico ministero aveva richiesto l’assoluzione che è dunque arrivata in aula dopo un provvedimento della stessa natura in sede amministrativa dove la società aveva ottenuto (già nel 2019) l’annullamento dei provvedimenti di revoca delle autorizzazioni relative a due impianti fotovoltaici e il ripristino di tutti gli incentivi che erano stati bloccati dall'indagine della guardia di finanza di Sassari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sentenza di oggi chiude la vicenda anche sotto il profilo penale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus prima casa, fino a quarantamila euro a fondo perduto: c'è il bando, domande fino al 15 ottobre

  • Investimento da 4 milioni, mille clienti al giorno e posti di lavoro: apre un nuovo supermercato

  • Nuova attività a Terni. Una sfida affascinante: “Quartieri sempre più valorizzati. Scommettiamo ed investiamo sul nostro futuro”

  • Rissa in pieno centro a Terni tra lo stupore dei passanti, giovane trasportato all’ospedale

  • Chiude storica attività commerciale di Terni: “Un punto di ritrovo per i tifosi e i frequentatori del mercatino”

  • Flavio e Gianluca, la “lezione” non è servita. E il metadone di Terni continua a fare “vittime”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento