“Non solo la resa di una madre, ma di tutta la città di Terni e della società italiana”

Neonato abbandonato, il Popolo ella famiglia: i figli non sono orpelli o problemi, ma sono il nostro miglior futuro. Il Comune si faccia carico delle spese per il funerale

Agnese Agrò

“Non solo la resa di una madre, ma il fallimento di tutta la città di Terni e della società italiana”, ha commentato Agnese Agrò, già candidata alle ultime elezioni amministrative nelle liste del Popolo della Famiglia, che da pochi giorni è madre del suo quarto figlio rispetto alla vicenda del neonato abbandonato dalla madre nel parcheggio dell’Eurospin di Borgo Rivo. .

“Le istituzioni fanno pochissimo per le famiglie, soprattutto a quelle che decidono di mettere al mondo figli, che non sono orpelli, o problemi, ma sono il nostro miglior futuro. Una società che non fa figli è destinata all'estinzione ed alla sostituzione, non c’è bisogno di conferme accademiche per capire che dobbiamo tornare ad investire nella famiglia, per evitare proprio quella paura e quella follia che ha generato la tragedia di quest'ultimo infanticidio", ha continuato la Agrò, ricordando che anche la nostra Costituzione dà indicazioni sul dovere della Repubblica di agevolare le famiglie, la maternità e l'infanzia; esattamente le tre vittime di questa triste vicenda di cronaca. 

Agnese Agrò ha infine concluso: “Oggi si fanno tante battaglie per il raggiungimento della parità di genere, ma una donna che decide di essere madre, quando non discriminata, viene disincentivata alla maternità e costretta ad un mondo del lavoro che ha ritmi e consuetudini prettamente maschili. Tutto ciò non aiuta a comprendere la vastità di problematiche che ci sono dietro l’accoglienza di una nuova vita. Una vera e propria forma di discriminazione sociale al contrario che la parità di genere ha introdotto nella nostra società e che può portare a gesti estremamente drammatici”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Popolo della Famiglia Umbria, nella persona del suo presidente Claudio Iaconochiede al sindaco Latini di esprimere nel prossimo consiglio comunale un messaggio di cordoglio a nome e per conto di tutta la cittadinanza, al fine di riconoscere la dignità permanente di ogni persona e che l’amministrazione si faccia carico delle spese per le onoranze funebri e la sepoltura del bimbo, assicurando la presenza di un delegato in rappresentanza della giunta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento