Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

“Non ce la faccio più a stare in questa casa” e si stacca il braccialetto elettronico: arrestato dai carabinieri

Montecastrilli, venticinquenne finisce in cella con l’accusa di evasione. Era ai domiciliari nella casa di famiglia ma ha chiamato il 112 dicendo di non sopportare più la convivenza

“Meglio il carcere che questa famiglia”. E così forza il braccialetto elettronico ed evade dai domiciliari. Arrestato un venticinquenne di origini campane ma domiciliato a Montecastrilli che intorno alle 18 dello scorso 5 gennaio ha chiamato il 112 dicendo di non sopportare la convivenza forzata con i famigliari.

Il ragazzo, pregiudicato, era sottoposto alla misura degli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico. Ha chiamato i militari dicendo di non voler proseguire la convivenza con i propri famigliari per poi forzare il dispositivo elettronico applicato, danneggiando così il sistema di connessione. Sul posto sono dunque arrivati i carabinieri della stazione di Montecastrilli, di fronte ai quali il ragazzo è uscito volontariamente dall’abitazione oltrepassando il cancello esterno del domicilio e rendendosi, quindi, responsabile del reato di evasione.

Il giovane è stato dunque trasferito presso la casa circondariale di vocabolo Sabbione a Terni in attesa del giudizio direttissimo fissato per la giornata di oggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Non ce la faccio più a stare in questa casa” e si stacca il braccialetto elettronico: arrestato dai carabinieri

TerniToday è in caricamento