menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Last ride”, spacciatore in fuga a Varese: rintracciato a Varese dalla polizia

Manette per il quarto pusher del gruppo scoperto dall’antidroga di Terni: è un pregiudicato di 43 anni, insieme alla compagna avrebbe venduto l’eroina che ha fatto finire in overdose una diciannovenne

Quarto spacciatore in manette nell’operazione Last Ride. È stato arrestato - in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip di Terni, su richiesta della procura della Repubblica ternana – un altro presunto appartenente al gruppo di pusher scoperti dalla polizia di Stato di Terni la settimana scorsa, nell’ambito dell’operazione antidroga denominata “Last Ride”.

Si tratta di un tunisino di 43 anni, irregolare in Italia e con precedenti per spaccio, reati contro il patrimonio ed altro, che si era reso irreperibile, fuggendo da Terni in occasione degli arresti degli altre tre complici.

Gli accertamenti, condotti dalla squadra mobile ternana in collaborazione con i colleghi della questura di Varese, hanno permesso che il tunisino venisse rintracciato ed arrestato, venerdì, dalla squadra volante della città lombarda, dove si era rifugiato, con la speranza di far perdere le proprie tracce.

Secondo gli inquirenti, l’uomo era attivissimo nello spaccio nelle zone del centro di Terni, che attuava con le stesse modalità degli altri arrestati – ossia “battendo” in bici le zone fra corso Tacito e corso Vecchio, smerciando eroina e cocaina a prezzi bassissimi - è risultato essere, insieme alla compagna – la ragazza arrestata – il fornitore della 19enne che era andata in overdose l’estate scorsa, evento, per fortuna non letale, dal quale avevano avuto origine le indagini dell’antidroga ternana.

L’uomo rimane in carcere a Varese a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento