Cronaca

Operazione ‘White Bridge’ a Terni, due degli arrestati sottoposti a Daspo. Stop alle manifestazioni sportive

I provvedimenti adottati dalla Divisione Anticrimine diretta dal Primo Dirigente della Polizia di Stato Roberto Caffio, rientrano nella misura di prevenzione del Daspo ‘fuori contesto’

Due giovani rispettivamente di 29 e 24 anni sono stati sottoposti a Daspo che impedirà loro di accedere a qualsiasi impianto sportivo, rispettivamente per i prossimi 10 e 6 anni. Entrambi erano tra i tredici arrestati, nell’ambito della operazione della polizia di stato denominata ‘White Bridge’ la quale ha smantellato la rete criminale di spacciatori di droga ed estorsori che agiva da mesi a Terni.

I due arrestati erano, infatti, anche elementi di spicco delle frange ultras della tifoseria della Ternana. Assidui frequentatori dello stadio, già in passato colpiti da tale provvedimento, per i comportamenti violenti commessi in occasione di incontri di calcio.

Le misure adottate dalla Divisione Anticrimine, diretta dal primo dirigente della polizia di stato dottor Roberto Caffio, rientrano nella misura di prevenzione del Daspo ‘fuori contesto’ introdotta con il decreto legge numero 53 del giugno dello scorso anno (cosiddetto Decreto Sicurezza bis). Lo stesso può essere applicato a coloro che, negli ultimi cinque anni, abbiano commesso gravi reati, indipendentemente dal fatto che ciò sia avvenuto in occasione di manifestazioni sportive.

E’ un ulteriore passo per impedire che la criminalità comune possa infiltrarsi tra la sana tifoseria ternana, condizionando negativamente i molti giovani appassionati che amano frequentare lo stadio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione ‘White Bridge’ a Terni, due degli arrestati sottoposti a Daspo. Stop alle manifestazioni sportive

TerniToday è in caricamento