Cronaca

Il sistema informatico va in tilt, ritardi nella somministrazione dei vaccini anti Covid

È successo all’ospedale di Orvieto, ma il personale sanitario è riuscito a recuperare: a fine turno sono state somministrate tutte le dosi prenotate. Appello agli utenti della Usl Umbria 2: rispettate gli orari per evitare assembramenti

Un black out di circa un’ora alla rete informatica ha causato questa mattina dei ritardi nella somministrazione del vaccino anti Covid nella postazione dell’ospedale Santa Maria della Stella di Orvieto. Attraverso una nota, la Usl Umbria 2 “si scusa con i cittadini che hanno subìto il disagio rilevando però come molti assistiti si siano presentati in largo anticipo sull’orario programmato”.

Per questo, l’azienda “rinnova l’invito, ai soggetti chiamati a vaccinazione, di rispettare l’orario indicato sia nel foglio di prenotazione che nel successivo messaggio sms. Al fine di evitare code ed assembramenti, per vedere assicurato il pieno rispetto delle necessarie misure anticontagio, non c’è alcuna necessità di anticipare l’arrivo nella postazione vaccinale”.

Malgrado il problema tecnico, il team vaccinale del distretto di Orvieto ha recuperato il tempo perduto chiudendo, alle 14.30, il turno mattutino con 166 dosi somministrate, di cui 144 BioNTech Pfizer a cittadini ultraottantenni e 22 dosi AstraZeneca a personale docente. A ciò si aggiungono 22 dosi di vaccino Moderna somministrate in due residenze servite ad anziani autosufficienti. Tutte le vaccinazioni prenotate, il 100%, in programma nel turno mattutino sono state regolarmente effettuate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sistema informatico va in tilt, ritardi nella somministrazione dei vaccini anti Covid

TerniToday è in caricamento