Orvieto, fuggono senza pagare il benzinaio. Denunciati due pluripregiudicati di orgine campana

Pensavano di farla franca fuggendo senza pagare il benzinaio ma la polizia di Orvieto li acciuffa sull'autosole. Uno dei due mente sulla propria identità. Entrambi, pluripregiudicati, sono stati denunciati per insolvenza fraudolenta e false generalità.

Incastrati due pluripregiudicati dalla polizia nell'orvietano. Una segnalazione alla sala operativa giunta dall'area di servizio autostradale di "Fabro ovest", mette in guardia le forze dell'ordine circa un' evasione di pagamento di un cliente che, dopo aver rifornito la sua Fiat 500 con 50 euro di carburante, si è dileguato senza pagare. 

Il personale della plstrada, attivo nel servizio di vigilanza sull'auotosole per il controllo del traffico e il contrasto di attività illecite, si è subito messo in moto facendo scattare il piano di controllo a rete del traffico per rintracciare il veicolo segnalato. Cosa che è accaduta dopo 10 minuti dall'allarme lanciato all'unità di polizia. 

A bordo della 500 viaggiavano 2 uomini di origine campana di 30 e 40 anni, uno dei quali non era munito di documento di identità. Da immediati accertamenti degli agenti, è emerso che il 40enne, conducente del veicolo, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona, guidava anche con patente revocata mentre l’altro, che aveva dichiarato le sue generalità a voce, risultava apparentemente incensurato.

Dopo aver posto in stato di fermo il veicolo, e aver comminato una sanzione di 5mila euro al conducente, il 30enne è stato condotto nel commissariato di Orvieto per la conferma delle sue generalità. Le operazioni di fotosegnalamento hanno portato a riscontri decisamente differenti rispetto alle dichiarazioni dell'uomo che avevano già insospettito gli agenti di polizia. Si tratta, in realtà, di un altro pluripregiudicato gravato, anche lui, da numerosi precedenti di polizia e penali. 

I due sono stati denunciati in stato di libertà per insolvenza fraudolenta e false generalità in concorso tra loro. Sono in corso ulteriori indagini per comprendere per quali motivi i due soggetti si trovassero in quelle zone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento