Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

“Mio padre positivo al Coronavirus ospedalizzato per un mese. Sostegno, umanità e disponibilità: grazie ai dottori della Usca”

La lettera di ringraziamento redatta da una cittadina del comprensorio amerino e resa nota dall’azienda sanitaria di Usl Umbria 2

foto di repertorio

Una cittadina del comprensorio amerino ha espresso i propri ringraziamenti, rivolti ai professionisti dell'Unità Speciale di Continuità Assistenziale del distretto di Narni e Amelia dell'Azienda Usl Umbria 2, attraverso una lettera.

“La presente per rivolgere un elogio e un ringraziamento ai dottori del servizio Usca Elena Baranello, Cecilia Diamanti e Alessandro Niresi per la professionalità e la dedizione dimostrata nel prendersi cura di mio padre A.L., positivo al Covid dal 07/11/2020 e ospedalizzato per un mese presso il nosocomio di Terni. In particolare – è scritto all’interno della lettera resa nota dalla Usl Umbria 2 - il ringraziamento è dovuto oltre che per l’assoluta professionalità da loro dimostrata, anche per il sostegno, l'umanità e la disponibilità con le quali ci hanno sostenuto e assistito nelle fasi di pre-ospedalizzazione, un momento durante il quale ci si sente totalmente inermi”.

“Il loro supporto sia telefonico che di pronto intervento ci ha permesso di monitorare la situazione e di procedere al ricovero in tempo utile per consentire a mio padre di avere le cure mediche adeguate che gli hanno consentito, non senza difficoltà, di tornare a casa agli inizi di dicembre. Colgo l'occasione per augurare buone feste, sperando che il 2021 sia un anno migliore di quello che ci lasciamo alle spalle".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Mio padre positivo al Coronavirus ospedalizzato per un mese. Sostegno, umanità e disponibilità: grazie ai dottori della Usca”

TerniToday è in caricamento