rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Vandali al Parco inclusivo, la rabbia di mamma Giada: “Distruzione e conati di vomito”. Scatta la denuncia

La testimonianza: “Mi ha chiamato il primo cittadino Giuseppe Malvetani dopo quanto accaduto e lo ringrazio. A breve ripareranno i danni e metteranno le telecamere di sorveglianza”

Un gesto semplicemente inqualificabile quanto incomprensibile. Il parco inclusivo di Stroncone è stato oggetto di un raid vandalico, compiuto da ignoti nei giorni scorsi, i quali hanno distrutto diversi giochi presenti all’interno. Tale area ludica, destinata anche ai bimbi meno fortunati, era stata inaugurata il 9 aprile 2016 e pensata anche per i piccoli con ridotta capacità motoria. Un progetto promosso da Parent Project associazione che riunisce i genitori dei bambini affetti dalla distrofia muscolare di Duchenne e Becker, con la partecipazione attiva della Fondazione Carit, del Comune di Stroncone e dell’associazione ‘I Pagliacci’.

“Sono state bruciate anche le corde che tenevano la carrozzina” afferma al signora Giada alla nostra redazione di www.ternitoday.it, la mamma di un bambino affetto da distrofia muscolare di Duchenne. “Mi ha telefonato il sindaco Malvetani e rincuorato. Ripareranno i datti ed istalleranno le telecamere di sorveglianza. Purtroppo questo è un gesto vigliacco compiuto da ignoti. Ho trovato anche dei conati di vomito all’interno dell’area”.

La donna infatti si è recata in loco e successivamente attivata per sporgere denuncia. “Tengo a precisare che, in questi casi, è praticamente impossibile riuscire a cogliere sul fatto i responsabili poiché, molto probabilmente, tali gesti ignobili vengono compiuti nel cuore della notte. Pertanto non posso far altro che ringraziare il primo cittadino e le forze dell’ordine per la collaborazione e la solidarietà mostrata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali al Parco inclusivo, la rabbia di mamma Giada: “Distruzione e conati di vomito”. Scatta la denuncia

TerniToday è in caricamento