rotate-mobile
Cronaca

Terni, aggressioni e violenze in serie da parte delle ‘Baby gang’: “Maggior sicurezza e controllo”. Scatta la petizione

Il documento è stato sottoscritto da circa seicento cittadini e inviato alle istituzioni cittadine

Una petizione sottoscritta da quasi seicento cittadini, all’interno della quale si richiede una maggiore sicurezza e controllo in città. L’avvocato Antonio De Angelis, nelle scorse ore, ha invitato il documento al sindaco Stefano Bandecchi, al Prefetto ed al Questore di Terni focalizzando l’attenzione sul ‘fenomeno’ delle Baby gang, rimbalzato all’attenzione dei media nazionali.

A tal proposito il legale, alla nostra redazione di www.ternitoday.it spiega che: “L’iniziativa è di natura spontanea, scattata a seguito di alcuni episodi che si sono verificati in città, negli ultimi tre-quattro mesi. E’ stata promossa soprattutto da diversi genitori fortemente preoccupati per i loro figli adolescenti. Tuttavia il tema della sicurezza – precisa il legale – è sentito da tutti, non soltanto dalla categoria specifica. Il sottoscritto si è dunque attivato per inviare la petizione alle istituzioni cittadine, facendo da tramite”.

Un malessere ormai diffuso: “La frequenza di episodi è in crescita. Episodi – tra l’altro – che si verificano principalmente nel centro cittadino. L’auspicio è che tutte le istituzioni, ciascuna per quanto di propria competenza, pongano in essere le attività necessarie affinché Terni possa tornare ad essere una città tranquilla e sicura”. Una escalation che ha portato il capoluogo ad essere attenzionato anche dai media nazionali, generando forte preoccupazione tra la cittadinanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, aggressioni e violenze in serie da parte delle ‘Baby gang’: “Maggior sicurezza e controllo”. Scatta la petizione

TerniToday è in caricamento