Coronavirus, controlli a tappeto del servizio interforze a Terni: piano straordinario per movida ed assembramenti

Raddoppiate le risorse in campo di polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale. Nel mirino l’uso della mascherina, ormai obbligatoria all’esterno ed assembramenti in luoghi pubblici

foto di repertorio

Un piano di controllo, deciso in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto e adottato con ordinanza del questore, scatta da venerdì 23 ottobre per la movida cittadina. Previsto il raddoppio delle risorse in campo di polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale. Nel mirino del servizio interforze il corretto uso della mascherina, ormai obbligatoria all’esterno, e gli assembramenti in luoghi pubblici.

I rigorosi controlli sono dettati dall’esigenza non più derogabile di sostenere le strutture sanitarie, che si trovano a fronteggiare una situazione emergenza. Nel contempo tornano le prime multe adottate dalla polizia di stato per il mancato uso dei dispositivi di prevenzione individuale. Ad inizio settimana prossima è previsto un primo incontro, convocato dal Prefetto per una verifica della situazione generale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento