Cuccioli sporchi, senza acqua né cibo nel portabagagli dell’auto: stroncato traffico di cani di razza

Blitz della polizia stradale di Todi nel territorio di San Gemini, nei guai due uomini: trasportavano animali “di alto valore di mercato” e probabilmente “provenienti dall’estero”. Si indaga

La libertà ha il colore blu delle sirene della polizia stradale. Per sei cuccioli di cane l’incubo è finito quando gli agenti del distaccamento di Todi hanno aperto il portabagagli dell’auto nel quale erano stati ingabbiati. Senza acqua né cibo, spaventati, in condizioni igienico-sanitarie precarie e “privi di vitalità”.

Durante il servizio di vigilanza lungo la E45, un equipaggio della Stradale ha fermato nei pressi di San Gemini una vettura con due persone a bordo. Due cittadini italiani, di origini campane, di 31 e 36 anni con precedenti penali. Il controllo si è perciò fatto più approfondito anche per chiarire le cause del nervosismo dei due.

Foto 1-2È così i poliziotti hanno scoperto che all’interno del portabagagli c’erano presenti 6 cuccioli di cane, rinchiusi in una cassetta in plastica e in una gabbia. Gli agenti si sono subito resi conto dello stato dei poveri animali, in condizioni igienico-sanitarie precarie, senza acqua né cibo e palesemente spaventati e privi di vitalità.

Da accertamenti più approfonditi, condotti anche attraverso l’ausilio dell’ufficiale veterinario dell’Asl Umbria 2 di Terni, gli agenti sono stati in grado di scoprire che i cuccioli, tutti appartenenti a razze pregiate e di alto valore di mercato come Barbone Toy, Maltese, Spitz e Schilh Tzu, avevano un’età non oltre i due mesi, erano probabilmente provenienti dall’estero e privi di qualsiasi documento di trasporto e microchip.

Per questo i due sono stati indagati e denunciati in stato di libertà all’autorità giudiziaria e sanzionate amministrativamente al pagamento di seimila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I cuccioli, ricevute le prime “attenzioni” dagli agenti, sono stati sequestrati e affidati alle cure di personale specializzato, a disposizione della procura della Repubblica di Terni per tutti gli approfondimenti del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento