rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca

Presa la banda dei furti in città, ma è caccia al terzo uomo. Ecco come hanno fatto | VIDEO

Operazione congiunta di carabinieri e polizia, ladri arrestati grazie al sistema d'allarme collegato con lo smartphone della proprietaria di uno degli appartamenti di via Corona

Una notifica sul cellulare, il sistema d’allarme che si attiva e inizia la visione live delle immagini della videosorveglianza dove compaiono tre ladri all’opera, mentre rubano al quarto piano di una palazzina di via Corona a Terni.

Così ieri una signora ha scoperto che stava avvenendo un furto dentro il suo appartamento, grazie a quel sistema dall’allarme collegato con il proprio smartphone che le ha permesso subito di chiamare la polizia e i carabinieri. Sono due gli appartamenti al quarto piano di via Corona coinvolti nel tentato furto, entrambi messi a soqquadro e con le rispettive porte d’ingresso gravemente danneggiate. Ad una prima analisi dei proprietari, sembrerebbe che non sia stato portato via nulla.

Arrestate due delle tre persone coinvolte: sono due uomini napoletani, di 50 e 60 anni, con una lunga lista di precedenti penali. Ma è ancora caccia al terzo uomo.

Ecco come funzionano gli arnesi da scasso utilizzati dai ladri:

Sono le 11 di mattina quando viene dato l’allarme. Sul posto arrivano due pattuglie del pronto intervento dei Carabinieri di Terni, su richiesta della Centrale Operativa 112. Una volta arrivati, i militari trovano il portone d’ingresso aperto e notano dalle pareti di vetro dell’ascensore tre uomini sospetti. Decidono di aspettarli ma, quando si aprono le porte e chiedono loro spiegazioni, i tre fuggono.

Uno di loro è stato immobilizzato subito: si tratta di un sessantenne campano pluripregiudicato per reati della stessa natura, trovato in possesso di numerosi arnesi da scasso. L’altro invece è stato intercettato a pochi metri dal luogo del tentato furto da un poliziotto fuori servizio che, mentre passeggiava per le vie del centro, si è accorto di una persona che correva coprendosi il volto con uno scalda-collo.

I due hanno trascorso la notte presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale e stamattina sono stati processati per direttissima: gli arresti sono stati convalidati e i due ladri portati al carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presa la banda dei furti in città, ma è caccia al terzo uomo. Ecco come hanno fatto | VIDEO

TerniToday è in caricamento