Cronaca

“Qualcosa di più di un evento sportivo: è rinascimento, ripartenza e coronamento di un sogno”

Ternana in serie B, il sindaco Latini: grazie per averci regalato il sorriso in un periodo così difficile. L’assessore Agabiti: un risultato di cui l’intera Umbria è orgogliosa. Nevi (FI): grande lavoro portato avanti dal presidente Stefano Bandecchi

“Ho iniziato ad amministrare la città nel giugno del 2018 in un anno che, per certi versi, fu piuttosto fallimentare per Terni. Prima il dissesto finanziario del Comune dichiarato a marzo, poi la retrocessione della Ternana in serie C. Stiamo ancora pagando il prezzo di quel fallimento economico, ma lentamente ne stiamo venendo fuori grazie all'impegno e ai sacrifici di tutti. Oggi poi festeggiamo insieme, nonostante il distanziamento, il ritorno della Ternana in serie B”.

Così il sindaco di Terni, Leonardo Latini, che commenta la promozione della Ternana in serie B. “È qualcosa più di un evento sportivo: è un segnale di rinascimento, di ripartenza, è il coronamento di un sogno concretizzato ben prima del termine di una stagione agonistica da favola, in un contesto purtroppo assolutamente fuori dalla normalità, senza il pubblico sugli spalti del Liberati. La Ternana però, grazie ad un’idea geniale del presidente Bandecchi è entrata ogni settimana nelle nostre case attraverso la TV e ci ha consentito di vivere emozioni fortissime aiutandoci a superare questo periodo terribile, dandoci forza, slancio e orgoglio. Stefano Bandecchi non è ternano ma sta abituandosi ad esserlo. Da parte nostra ce la metteremo tutta per farlo sentire sempre di più parte di questa comunità. A tutti i ragazzi e ai componenti della squadra non posso che inviare i miei ringraziamenti per averci regalato il sorriso in un periodo così difficile, con l’augurio che si sentano Fere per tutta la vita”.

“Esprimo la mia più viva soddisfazione per il risultato della Ternana calcio: aver raggiunto la promozione in serie B è indice di grande capacità tecnica della squadra guidata magistralmente da Cristiano Lucarelli”. Lo ha detto l’assessore regionale allo sport, Paola Agabiti, al termine della partita contro l’Avellino. “La partita di oggi conclude, in attesa della fine del campionato, un lungo cammino sportivo che ha visto la società Ternana Calcio, con il suo presidente Stefano Bandecchi, programmare con competenza e abilità un percorso che riporta la squadra e la città di Terni ai più alti livelli del calcio italiano. Un risultato di cui l’intera Umbria è orgogliosa – ha sottolineato l’assessore - peraltro raggiunto in un periodo così difficile per lo sport e per la comunità regionale a causa della pandemia”.  

“La Ternana è tornata in Serie B. Un successo centrato, dopo la vittoria interna con l’Avellino, con netto anticipo grazie a 25 successi, 6 pareggi, una sconfitta e 81 punti totalizzati fino a questo momento sufficienti per festeggiare già oggi il ritorno nella serie cadetta. Un traguardo importante – è il commento di Raffaele Nevi, deputato e vicepresidente del gruppo di Forza Italia alla Camera - che ognuno di noi attendeva da anni. Un successo per la Ternana e per tutta la città di Terni. Voglio ringraziare il grande lavoro portato avanti dal presidente Stefano Bandecchi, dal bravo vice presidente Tagliavento, dallo straordinario allenatore e da tutto lo staff dirigenziale che hanno supportato gli straordinari giocatori di questa squadra. Sono felice che Bandecchi si sia innamorato di Terni, dei ternani e dei colori rossoverdi e che abbia grandi progetti per il futuro. Andiamo avanti!”.

“Una gioia unica in un anno e un periodo davvero difficile. Grazie ai giocatori, al presidente Bandecchi e al mister Lucarelli per aver realizzato un sogno che la città meritava da tanto. Alla politica noi cittadini non chiediamo frasi di circostanza ma parole chiare e nette. Questo è il momento per il sindaco di parlare chiaro e senza tentennamenti – dice Alessandro Gentiletti, capogruppo in consiglio comunale di Senso civico - per dirci cosa la sua amministrazione intende fare per permettere che la città abbia finalmente uno stadio all’altezza della sua storia calcistica e per far sentire la voce della città in Regione. La vittoria di oggi ci ricorda che realizzare i sogni è possibile, ma per ottenerli bisogna impegnarsi. Servono più fatti e meno parole”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Qualcosa di più di un evento sportivo: è rinascimento, ripartenza e coronamento di un sogno”

TerniToday è in caricamento