rotate-mobile
Cronaca

Insulta un giornalista a San Siro dicendogli: “Terrone di m****” in diretta tv. Daspo di cinque anni per un ternano

Accaduto nel post partita di Milan-Napoli 1-2. Il questore di Milano Giuseppe Petronzi ha emesso il provvedimento

Un quarantacinquenne originario del ternano è stato raggiunto da un Daspo di cinque anni, emesso dal questore di Milano Giuseppe Petronzi. I fatti risalgono al post partita di Milan-Napoli 1-2, dello scorso 18 settembre, al di fuori dello stadio San Siro.

Secondo quanto riportano i colleghi di Repubblica il giornalista di "Calcio Napoli 24 Tv" ovvero Marco Lombardi stava intervistando alcuni tifosi, in collegamento con lo studio. Uno di loro aveva iniziato ad insultarlo con toni minacciosi, pronunciando “Terrone di m****” tanto da costringere il giornalista ad interrompere il collegamento. Successivamente si era poi avvicinato con l’obiettivo di aggredirlo. L'intervento di due persone aveva evitato il contatto.

Pertanto l’uomo è stato denunciato per violenza privata, aggravata dalla discriminazione razziale, etnica o religiosa, è accusato anche di aver messo: “In pericolo la sicurezza pubblica" creando "turbative per l'ordine pubblico”. Una: “Circostanza che avrebbe potuto generare una più ampia e grave turbativa per l'ordine e la sicurezza pubblica". Il divieto di cinque anni impedisce l'accesso a tutti gli impianti sportivi del territorio nazionale e degli altri stati membri dell'Unione Europea in cui si disputeranno tutte le manifestazioni calcistiche, anche amichevoli. Infine viene esteso anche agli incontri di calcio disputati all'estero dalle squadre italiane e dalla nazionale Italiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulta un giornalista a San Siro dicendogli: “Terrone di m****” in diretta tv. Daspo di cinque anni per un ternano

TerniToday è in caricamento