Notte di furti nella città dell’acciaio, operazione lampo della polizia: preso il responsabile

Rintracciato un ragazzo di 23 anni: sarebbe lui il colpevole di una serie di colpi messi a segno tra martedì e mercoledì. Si tratta di un extracomunitario a cui non è stato rinnovato il permesso di soggiorno come rifugiato

polizia

Un giovane di 23 anni è stato tratto in arresto dalla squadra volante della polizia di Stato perché ritenuto responsabile di una raffica di furti concentrati nell’immediata periferia di Terni. Il ragazzo, originario del Gambia, al quale era stato negato il rinnovo dello status di rifugiato dopo la scadenza del 1 ottobre, si è infatti reso protagonista di una alcuni colpi in sequenza tra la notte di martedì e mercoledì - dalle 2 alle 4 circa - in via Narni. Colpiti alcuni esercizi commerciali, un tentativo sarebbe andato a vuoto.

Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine l’uomo, proveniente dalla Toscana, si sarebbe munito di arnesi per sfondare le vetrine. La proprietaria di un bar della zona, notando dei movimenti sospetti, lo ha segnalato e la volante, dopo gli accertamenti del caso, lo ha rintracciato e portato in questura. Dai successivi approfondimenti si è potuto constatare che a suo carico c’erano denunce per spaccio, resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione, invasione di edifici, reati commessi a Bari e a Grosseto. Il giovane, a quel punto, ha dato in escandescenza e danneggiato una sedia, prima di essere arrestato. 

Dopo la nottata di furti, si erano presentati in questura il titolare di un negozio di abbigliamento, dove erano stati rubati degli indumenti, il proprietario di un furgone, dal cui interno erano stati asportati dei vestiti e un trapano avvitatore (risultato poi lo stesso che il ragazzo aveva usato per tentare di scassinare il distributore di sigarette del bar), il titolare del centro scommesse, dove le telecamere lo avevano ripreso dopo aver sfondato la vetrina con un arnese. In quel frangente aveva rubato un pc, un cellulare e 172 euro sottratte da una slot machine, oltre ad un carica batteria. Denuncia di furto anche da parte del residente dell’abitazione sopra il centro scommesse, al quale erano stati rubati gli attrezzi, utilizzati per sfondare la vetrina del locale, ed infine il proprietario della bicicletta usata per fuggire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento