Ragazza stuprata al Chico Mendes, l’aggressore non ha ancora un nome: si allargano le ricerche

Vent’anni, straniero e individuato grazie alla descrizione della vittima. Ma fino ad ora le ricerche non hanno prodotto risultati. Al setaccio anche Reatino e Viterbese

“È lui”. Sfogliando le decine di foto scattate durante la serata evento di sabato scorso, la ragazza che ha denunciato di essere stata stuprata nel parcheggio del Chico Mendes non ha avuto dubbi nell’identificare quello che lei indica come il suo aggressore. Tratti somatici e abbigliamento sono stati riconosciuti anche dalle amiche della ventenne. Il problema ora è dare un nome a quel volto.

Vent’anni – all’incirca – di origini straniere. Gli inquirenti – del caso si occupano i carabinieri di Terni coordinati dal sostituto procuratore Barbara Mazzullo – hanno pochi dubbi sul fatto che il ragazzo si trovi a Terni. “Ma non è escluso che magari possa avere preso un treno per allontanarsi”. Per questo le immagini e l’identikit del presunto aggressore sono state diffuse anche ai militari del Reatino e del Viterbese. Perché potrebbe anche darsi che il ragazzo arrivi da province confinanti. Anche se la convinzione più radicata è che si tratti di qualcuno del Ternano.    

Pochi dubbi su quanto invece sarebbe accaduto. Le avances, le chiacchiere e poi all’improvviso l’amico che diventa un mostro e che, al buio del parcheggio del “mare” di Terni e al riparo dallo sguardo delle telecamere di sicurezza, abusa della giovane fra le macchine ferme fuori dalla discoteca.

Non ci sono testimoni, ma questo sarà un passaggio con cui si faranno i conti una volta che questa storia arriverà nelle aule di tribunale. Al momento, gli sforzi investigativi sono concentrati su un unico obiettivo: dare un nome al ragazzo. Poi, le eventuali versioni sulla ricostruzione dei fatti saranno messe a confronto. Ma ora l’urgenza è un’altra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento