Flavio e Gianluca, ancora un mese per la verità sulla morte dei due ragazzi di Terni

Chiesta una proroga per gli esami tossicologici che dovranno chiarire se il decesso, avvenuto a inizio luglio, è stato causato soltanto da una overdose di metadone

La verità della scienza ancora non c’è. E non ci sarà almeno per il prossimo mese. Forse, a metà novembre, gli esami tossicologici diranno qualcosa in più sulla morte di Flavio e Gianluca, i due quindicenni stroncati all’inizio dello scorso mese di luglio, da una dose di metadone.

Questo è almeno il punto di partenza dell’indagine che ha portato in carcere, poche ore dopo quei tragici fatti, lo spacciatore che ha ammesso di avere ceduto per pochi euro il farmaco ai due ragazzini. Gli accertamenti scientifici dell’istituto tossicologico di Perugia dovranno però chiarire se, assieme al metadone, i due ragazzini abbiano assunto qualche altro tipo di sostanza, come ad esempio la codeina, contenuta in alcuni tipi di sciroppi per la tosse, con la quale si compone il famigerato purple drank, o lean, un cocktail che si ottiene mischiando lo sciroppo con bibite zuccherine.

Ipotesi di lavoro per gli investigatori di Terni che non possono ancora avvalersi di riscontri tecnici sulla base dei quali costruire un quadro più completo dentro al quale fissare le ragioni di una morte tanto assurda.

Che in questi giorni è riecheggiata dentro la altrettanto assurda fine toccata a Maria Chiara, la ragazza appena diciottenne di Amelia, stroncata sabato scorso (10 ottobre) da una overdose di eroina. Nel paradosso che mette vicine queste due vicende potrebbero riflettersi le stesse difficoltà tecniche. Perché anche per Maria Chiara, almeno stando alle parole del procuratore della Repubblica di Terni, Alberto Liguori, si stanno affrontando gli stessi ostacoli che vedono l’Umbria fra le prime regioni in Italia per morti di overdose – in rapporto alla popolazione – che sconta però una ritardo strutturale tale, a volte, da rallentare le indagini che avrebbero invece bisogno di risposte molto più rapide da parte della medicina legale.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento