Niente diritto d’asilo, prende a morsi i poliziotti: espulso

Denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate dopo avere aggredito gli agenti dell’ufficio immigrazione

Quando ha visto che ormai le sue speranze di ottenere un permesso di soggiorno come richiedente asilo erano sfumate, è andato fuori di testa.

Protagonista della vicenda è un cittadino gambiano di 34 anni che aveva avanzato per due volte l’istanza di protezione internazionale. La domanda però, in entrambi i casi era stata rifiutata, così come non erano andati a buon fine i ricorsi in Corte d’appello. Quando gli agenti dell’ufficio immigrazione della questura di Terni gli hanno comunicato che ormai erano anche scaduti i termini per presentare un ulteriore ricorso in Cassazione, lui ha dato in escandescenze ed ha aggredito i poliziotti, prendendoli a morsi.

Gli agenti, nonostante il parapiglia e il dolore per le ferite riportate, sono riusciti a riportarlo alla calma. Denunciato, è stato anche espulso e accompagnato al Centro di permanenza e rimpatrio di Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento