Rifiuti “selvaggi”, arrivano le fototrappole e gli ispettori ambientali: beccati i trasgressori

Amelia, le indagini dei carabinieri forestali per individuare i responsabili delle discariche a cielo aperto. Controlli anche sul corretto smaltimento dell’immondizia nei cassonetti

Fototrappole, carabinierii forestali e ispettori ambientali. Per chi butta i rifiuti dappertutto, arrivano giorni difficili. I carabinieri forestali di Amelia hanno infatti acceso sei fotoptrappole per incrementare l’attività di contrasto alle discariche a cielo aperto.

“Ebbene, grazie all’attività investigativa facilitata dall’utilizzo delle fototrappole – spiega l’assessore comunale all’ambiente, Avio Proietti Scorsoni - sono stati individuati e sanzionati diversi comportamenti illegali esercitati da soggetti aventi una scarsa sensibilità nei confronti dell’ambiente. Ringrazio sentitamente i carabinieri forestali – dice l’assessore - per il lavoro svolto e da svolgere e per la preziosa collaborazione che ne riceviamo”.

Inoltre, da marzo sono operativi gli ispettori ambientali “dediti al controllo di un corretto conferimento dei rifiuti nei rispettivi contenitori (carta, plastica, vetro, organico e indifferenziato). Tali soggetti – aggiunge ancora l’assessore - hanno la facoltà di sensibilizzare comportamenti corretti ma anche di emettere sanzioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Inizia il week-end "arancione". Ecco cosa si potrà fare e cosa no

Torna su
TerniToday è in caricamento