rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Svaligia una chiesa e poi va dal compro-oro: trentenne scoperto da un poliziotto fuori servizio

Ha cercato di vendere un calice da messa ed altri oggetti per i servizi liturgici rubati a San Pasquale di Larviano. Ma è stato notato dal capo di gabinetto della questura di Terni: denunciato per furti pluriaggravato

È stato visto uscire da un compro-oro con una busta di plastica in mano. Ma è stato anche riconosciuto dal capo di gabinetto della questura di Terni, Giuseppe Taschetti. Trent’anni, tossicodipendente e con diversi precedenti, il giovane ha attirato l’attenzione del poliziotto che ha deciso di fermarlo, non prima di avere avvertito i colleghi della squadra volante.

All’arrivo della pattuglia, il giovane è stato perquisito e dalla busta che aveva in mano sono spuntati un calice da messa e altri contenitori in metallo, un incensatore e altri accessori sacri per i servizi liturgici.

Al trentenne non è rimasto altro da fare che confessare, ammettendo così che quegli oggetti erano stati rubati poco prima in una chiesetta a Miranda e che “era entrato nel negozio di compro-oro per chiedere a chi avesse potuto tentare di venderli – spiega una nota diffusa dalla questura - senza però ricevere indicazioni utili in tal senso”.

Gli agenti della squadra volante hanno svolto una rapida indagine, risalendo alla chiesa di San Pasquale a Larviano, compresa nella parrocchia della Santissima Trinità e Santa Maria della Pace, che era stata oggetto del colpo. L’uomo è stato denunciato per furto pluriaggravato mentre la refurtiva, a seguito del dissequestro disposto dalla procura della Repubblica del tribunale di Terni, è stata tutta restituita al parroco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svaligia una chiesa e poi va dal compro-oro: trentenne scoperto da un poliziotto fuori servizio

TerniToday è in caricamento