Schiamazzi, risse e frequentazioni “pericolose”: sospesa la licenza a un locale in via Campofregoso

La Polizia è intervenuta dopo l’esposto dei residenti: i controlli hanno portato allo stop dell’attività per due settimane

L’esasperazione dei residenti era finita in un esposto presentato alla Questura, e dopo i controlli del caso, le autorità hanno sospeso la licenza di un locale di via Campofregoso. Il provvedimento, che avrà durata di 15 giorni, arriva dopo le segnalazioni di chi, da mesi, lamentava la musica ad alto volume, gli schiamazzi e le urla fino alle prime ore del mattino. Della situazione vi avevamo parlato anche noi di Ternitoday, raccogliendo le testimonianze di chi nel fine settimana faceva davvero fatica a prendere sonno a causa dei continui rumori e che, inoltre, lamentava anche problemi legati alla sicurezza della zona.

Sono bastati pochi giorni di accertamenti e di controlli da parte della Polizia di Stato ternana per rendersi conto che quanto scritto nell’esposto dei residenti della zona, in prossimità di un circolo privato aperto di recente in via Campofregoso, corrispondeva a verità: musica ad alto volume, anche in ore notturne, spesso fino all’alba, schiamazzi di persone ubriache, viste anche orinare sulle serrande e sui portoni dei negozi e delle abitazioni circostanti.
Da qui i controlli ai frequentatori del locale da parte della Divisione della Polizia Amministrava e Sociale e dell’Immigrazione insieme alla Squadra mobile e la copnferma dei sospetti dei residenti: il circolo privato era frequentato da persone pregiudicate, con precedenti di polizia per furto e rapina, oltre che da numerose persone non registrati come soci, alcune delle quali hanno anche riferito di scontri fisici avvenuti fra alcuni clienti.

Al titolare del circolo – un cittadino dominicano di 42 anni residente a Terni – è stata notificata la sospensione per 15 giorni della licenza, decretata dal Questore Messineo in base all’art. 100 del TULPS (Testo Unico Leggi di PS), che : “attribuisce al Questore il potere di sospendere le licenze di esercizi anche di vicinato … che siano abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituiscano un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini”.

           

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento