rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Scippi a raffica, botte e minacce per rubare le borse: preso l’incubo delle signore

Arrestato rapinatore dalla polizia di Stato di Terni, aveva già colpito nella zona di Città Giardino sempre ai danni di donne

Sentendo le grida dell’anziana signora, un testimone aveva allertato la polizia di Stato. Che, raccolti gli elementi, nella giornata di ieri – 29 maggio – ha arrestato un 26enne di nazionalità romena con l’accusa di rapina aggravata e lesioni personali ai danni di una signora di 87 anni, aggredita violentemente, per rubarle la borsetta che teneva legata al polso, mentre stava portando a spasso il cane. Nell’aggressione – come riporta una nota della questura - la signora aveva riportato lesioni giudicate guaribili in 10 giorni.

Il fatto è accaduto nel quartiere di Città Giardino a Terni dove un uomo, sentite le grida della vittima, aveva tentato di rincorrere il responsabile, che però era riuscito ad allontanarsi con la borsa della signora.

Dalla descrizione fornita dal testimone, gli agenti della squadra volante avevano intuito che l’autore del reato era lo stesso che nella tarda mattinata di sabato 27 maggio, nello stesso quartiere e in rapidissima successione, aveva commesso, con le stesse modalità, altre due rapine con lesioni ai danni di due signore anziane e un furto con strappo ai danni di una giovane donna. Alle vittime aveva preso le borse, poi ritrovate abbandonate, prive del denaro e dei telefoni cellulari.

Le ricerche del responsabile si erano subito attivate, perché grazie alle descrizioni fornite dalle vittime e dagli elementi di prova raccolti - fra i quali un breve video registrato da una delle persone coinvolte - il soggetto era stato riconosciuto dal personale delle Volanti, che dallo scorso sabato non aveva mai interrotto le ricerche.

“Trattandosi però di un pregiudicato tossicodipendente, nullafacente e senza fissa dimora – spiega ancora la questura - il giovane non era stato ancora rintracciato. Solo nel pomeriggio di ieri (29 maggio) poco dopo l’ennesima cruenta rapina, la Volante lo ha finalmente raggiunto, mentre si trovava a casa di un amico che lo stava ospitando da qualche giorno. Il rapinatore aveva ancora indosso gli abiti che erano stati descritti poco prima dalla vittima e dal testimone”.

Il 26enne è stato arrestato e portato al carcere di vocabolo Sabbione, dove resterà in attesa dell’udienza di convalida del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Terni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scippi a raffica, botte e minacce per rubare le borse: preso l’incubo delle signore

TerniToday è in caricamento