rotate-mobile
Cronaca

Terni, la città perde il suo storico maestro: “Carmelo sempre un passo avanti. Incantati da eleganza e gestualità”

Molteplici i ricordi in memoria di Carmelo Salzone: "Il primo professionista della città a portare il servizio cocktail allo storico caffè Evangelisti"

Un grave lutto ha colpito la città di Terni. Se ne è andato all’età di 72 anni Carmelo Salzone, storico barman e capostipite della miscelazione nel territorio ternano. A partire dagli anni settanta era già diventato un punto di riferimento nel settore poiché, al Caffè Evangelisti, realizzava dei cocktail innovativi quanto internazionali.

Sono numerosissimi gli attestati di affetto nei confronti della famiglia Salzone. Come ricorda il sindaco Leonardo Latini: “Era conosciuto da tutti per la sua professionalità e la sua cortesia, ma anche per la passione che sapeva trasmettere ai giovani che si approcciano a questo mestiere. Le mie più sentite condoglianze alla famiglia”. Aveva aperto il Caffè le Roi ma per tutti era “Andamo a prende un cocktail da Carmelo” perché il suo marchio di fabbrica, era notorio un po' ovunque. 'Re' dei Negroni ed ‘inventore’ della Robertina è stato capace di saper trasmettere la sua passione al figlio Christian ed al nipote Leonardo.

E’ davvero triste vedere oggi le serrande abbassate ed il messaggio “Chiuso per lutto. Fai buon viaggio Carmelo” all’esterno di un’attività che lo aveva reso celebre. Tra i tanti ricordi riportiamo quello di Marco: “Grande maestro un passo sempre avanti. Ti incantava con la sua eleganza e gestualità. Sempre un sorriso per tutti e una battuta pronta se ti vedeva moscio. Lasci un vuoto incredibile ed un grande ricordo indelebile. Grazie di tutto e buon viaggio”.

caffè

Il pensiero di Francesco Santocchi di Poscargano Cibo e ospitalità dal 1890: “Ho sempre avuto il mito di Carmelo sin da piccolo in quanto anche io figlio d’arte, come Christian lo è stato per lui e il nipote. I nostri papà ci hanno trasmesso la passione per questo mestiere, che spesso va aldilà del mero lavoro inteso nel suo senso commerciale, spesso è un lavoro che implica grandi capacità e sensibilità umane, come la comprensione dell’altro, la conoscenza degli aspetti culturali legata ai nostri costumi come società e molto altro".

La storia del capoluogo legata alla figura del barman: “Queste erano le doti che portava in sé Carmelo e la ragione per cui oggi tutta la città lo piange. La comunità perde un grande personaggio di grande spessore umano e professionale, oltre che essere una vera e propria icona, in quanto negli anni ‘70 fu il primo professionista della città a portare il servizio cocktail allo storico caffè Evangelisti, quello che oggi è il Caffè del Corso. Insieme a Rolando poi negli anni ‘80 al Rendez Vous inaugurarono la stagione dei grandi aperitivi ternani, che hanno contribuito a segnare un momento di inizio per la vita commerciale, culturale e sociale della città legata all’ospitalità".

Il recente passato: "Negli ultimi anni insieme abbiamo organizzato delle Masterclass per raccontare alle nuove generazioni la sua grande eredità, nella speranza che questa venga presa e portata avanti per dare continuità ad un momento fondamentale per la vita della nostra società come quello dell’aperitivo, fatto a regola d’arte ovviamente come Carmelo era solito farci. Riposa in pace”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, la città perde il suo storico maestro: “Carmelo sempre un passo avanti. Incantati da eleganza e gestualità”

TerniToday è in caricamento