Narcotraffico internazionale, sgominato sodalizio criminale contiguo alla ‘ndrangheta. Le direttive arrivavano anche da Terni

Sono state emesse ventuno misure cautelari da parte del GIP del Tribunale di Roma su richiesta della procura della Repubblica

foto di repertorio

Una vasta operazione antidroga è scattata alle prime luci dell’alba di oggi, 20 ottobre, nelle province di Roma e Reggio Calabria. I carabinieri del comando provinciale della capitale, coadiuvati dai comandi dell’arma territorialmente competenti, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza che dispone misure cautelari nei confronti di ventuno persone, emessa dal Gip del tribunale di Roma su richiesta della procura della Repubblica laziale – Direzione distrettuale antimafia. Gli stessi sarebbero ritenuti appartenenti a un sodalizio criminale composto da soggetti italiani  (romani e calabresi) e stranieri, contiguo alla ‘ndrangheta, attivo nel settore del narcotraffico internazionale.

L’organizzazione operava a Roma e provincia, con intermediari sudamericani per l’acquisto ed il finanziamento di ingenti quantitativi di stupefacente. In alcuni casi la droga giungeva in Italia, occultata all’interno di flaconi di prodotti fitoterapici. E’ stato accertato dai militari che due persone, nonostante fossero detenute presso le case circondariali di Frosinone e Terni, avevano continuato gestire i rifornimenti di stupefacente a favore di alcuni sodali, per la successiva distribuzione ai clienti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento