rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Ancora cocaina a Terni: spacciatore in manette, in casa aveva un “tesoretto”

Operazione dei carabinieri alla periferia della città: sorpreso mentre vende la droga ad un operaio, in manette. Truffe e furti, l’attenzione resta alta: i controlli

L’operazione che ha permesso alla polizia di stroncare un ampio giro di spaccio di cocaina destinata alla Terni “bene” è soltanto la punta di un iceberg ben più ampio e radicato in città. Lo dimostra l’ennesimo blitz messo in atto nel pomeriggio dello scorso 26 ottobre dai carabinieri alla periferia della città.

I militari della sezione operativa hanno infatti arrestato un cittadino albanese, classe ’92, già noto alle forze dell’ordine, finito in manette con l’accusa di spaccio. L’uomo è stato sorpreso mentre cedeva una dose di cocaina ad un operaio della provincia di Perugia – tossicodipendente e segnalato alla prefettura come assuntore.

In casa dell’arrestato i carabinieri hanno trovato altre tre dosi di cocaina già confezionate, per un totale di circa due grammi oltre a 1.900 euro in banconote di vario taglio, che sarebbero provento dell’attività illecita di spaccio. Il materiale ed il denaro sono stati messi a disposizione dell’autorità giudiziaria ternana, che dopo aver convalidato l’arresto ha imposto al prevenuto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Non solo droga, perché l’attenzione resta alta anche per la prevenzione di reati come furti e truffe.

Ad Orvieto, sempre nel pomeriggio del 26 ottobre, i carabinieri del radiomobile hanno identificato e denunciato alla procura della Repubblica ternana una cittadina romena di 31 anni, residente ad Aprilia, conosciuta alle forze dell’ordine, perché responsabile di aver violato il divieto di ritorno in Orvieto - che gli era stato irrogato dall’autorità di pubblica sicurezza - poiché vista aggirarsi per la città.

Lo stesso pomeriggio veniva segnalata da alcuni cittadini ai militari di Montegabbione una vettura marca Opel di colore grigio, con a bordo due uomini, che era stata notata aggirarsi nell’abitato con fare sospetto. Le immediate ricerche del veicolo hanno permesso di accertare che si era allontanata verso Città della Pieve, la cui centrale operativa veniva immediatamente allertata per il suo rintraccio. Nei giorni precedenti una vettura identica era stata utilizzata da soggetti di nazionalità marocchina, autori di tentativi di truffa in danno di persone anziane, avvenuti nel territorio comunale di Parrano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora cocaina a Terni: spacciatore in manette, in casa aveva un “tesoretto”

TerniToday è in caricamento