rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

La richiesta di aiuto, l'aggressione e poi il colpo di pistola: il 59enne davanti al giudice

Alle 11 in tribunale via all'interrogatorio di garanzia per l'uomo agli arresti domiciliari dopo i fatti del quartiere Matteotti

E' in programma questa mattina alle 11 nelle aule del tribunale di Terni l'interrogatorio di garanzia del 59enne arrestato venerdì mattina nell'ambito delle indagini relative al caso del quartiere Matteotti. Sarà questa l'occasione per l'uomo di chiarire, per la prima volta davanti al giudice per le indagini preliminari, Barbara Di Giovannantonio, la sua posizione rispetto alle accuse mosse dalla procura. Accuse che sono state formalizzate sotto la voce "lesioni aggravate". 

Se il 59enne, difeso dall'avvocato Francesca De Nicola e a cui sono stati concessi gli arresti domiciliari, deciderà di replicare alle domande del gip - visto che potrà anche avvelersi della facoltà di non rispondere - potrà chiarire le dinamiche di una vicenda che, almeno nella prima parte del suo sviluppo, ha presentato diversi passaggi complicati. I carabinieri di Terni infatti in un primo momento erano intervenuti in via Visetti per un tentativo di furto in una abitazione: arrivati sul posto poi hanno trovato una situazione completamente diversa, con un ragazzo ferito all'addome e una 22enne in lacrime. Secondo quanto ricostruito finora, la ragazza avrebbe chiesto ospitalità al 59enne per fuggire dal ragazzo poi rimasto ferito. Una volta in casa, quest'ultimo ha tentato più volte di entrare nell'abitazione dell'uomo, anche con le maniere forti. E a quel punto il 59enne ha preso la sua pistola, per difendersi, come ha spiegato in caserma ai carabinieri dopo il fermo, ed è partito un colpo. Da lì il ferimento del giovane, che per fortuna non rischia la vita ed è ricoverato al Santa Maria di Terni, e il via alle indagini. Fino all'arresto di venerdì mattina.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La richiesta di aiuto, l'aggressione e poi il colpo di pistola: il 59enne davanti al giudice

TerniToday è in caricamento