rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Coronavirus, via libera agli spostamenti tra comuni diversi anche in Umbria durante le festività: ok del Governo

La decisione dovrebbe essere annunciata nelle prossime ore dopo le indiscrezioni riportate dal Corriere.it

Via libera agli spostamenti tra differenti comuni durante le festività. Nella fattispecie relativamente alle giornate di Natale, Santo Stefano e del primo dell’anno. L’indiscrezione è riportata da Corriere.it e dovrebbe essere annunciata, nelle prossime ore, dal Governo. 

Due le possibili alternative

Sono due le soluzioni al vaglio per consentire gli spostamenti, durante i giorni di festa citati. Dopo i provvedimenti annunciati numerose erano state le richieste di modifica, soprattutto volte a tutelare i municipi più piccoli, particolarmente colpiti da tali restrizioni. Si potrebbe intervenire sul decreto legge, modificando l’iter di conversione in Parlamento. Oppure andando ad aggiornare le Faq del Governo, introducendo un’interpretazione maggiormente estensiva rispetto alle situazioni, momento, di stretta necessità.

La messa di Natale

Intanto la Santa Sede ha ufficializzato l’anticipazione dell’orario di inizio della santa messa di Natale, officiata da Papa Francesco. Dalle 22 – originariamente previsto – alle 19.30, per rispettare il coprifuoco.

Di Maio ed i comuni limitrofi

Il Ministro Luigi Di Maio, attraverso il proprio profilo facebook, conferma la possibile apertura: "Ritengo che sia assurdo non permettere ai familiari che abitano in piccoli comuni limitrofi di trascorrere il Natale e il Capodanno insieme. Lo dico per una questione logica. Ci sono grandi città da milioni di persone con una densità molto vasta dove è possibile spostarsi liberamente, mentre tra piccoli comuni di poche migliaia di persone non è permesso.

Questo è un problema che va risolto e mi auguro che tutte le forze di maggioranza siano d’accordo nel trovare una soluzione. Sarà già un Natale diverso rispetto agli altri, dove tutti avremo tante limitazioni e dovremo fare ancora più attenzione del solito per evitare la diffusione del virus, ma almeno dove possibile permettiamo alle famiglie di stare insieme. Naturalmente tutti i cittadini dovranno agire tenendo bene a mente che se non rispettiamo le norme anti covid, quindi mascherina e distanziamento, il rischio di una terza ondata poi diventa concreto.

Ma con senso civico e responsabilità riusciremo a trascorrere le feste insieme ai nostri cari. Tante persone, anche senza imposizioni o obblighi di legge, scelgono ogni giorno, in tanti piccoli gesti quotidiani, di essere prudenti e rispettosi. A loro va il mio grazie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, via libera agli spostamenti tra comuni diversi anche in Umbria durante le festività: ok del Governo

TerniToday è in caricamento