Strade sicure, non c’è solo il viadotto Montoro. Lattanzi: servono interventi veloci su altri due ponti

Il presidente della Provincia di Terni sollecita Anas per la struttura sulla 3 Ter e sulla SP 8: “Il considerevole aumento del traffico giornaliero richiede un rafforzamento e un adeguamento per garantire il massimo della sicurezza per chi viaggia”

Nel Ternano insistono 103 ponti di competenza dell’amministrazione provinciale. Per effettuare le verifiche strumentali su ognuna di queste infrastrutture occorrono tra i 6mila e gli 8mila euro, a seconda delle dimensioni. Per la manutenzione complessiva, le risorse necessarie ammontano a circa 16 milioni di euro. Subito dopo la tragedia del ponte Morandi a Genova, la supervisione dei ponti venne effettuata a “vista” per manca delle risorse necessarie. Oggi, per almeno due di queste strutture, occorre agire in fretta.   

A margine del vertice che oggi ha messo di fronte istituzioni locali, ministero delle infrastrutture e Anas sulla situazione del viadotto Montoro lungo il raccordo Terni-Orte, il presidente della Provincia di Terni, Giampiero Lattanzi, ha ribadito ad Anas la richiesta di collaborare per la gestione di questo periodo in cui sulle strade provinciali si riverserà un volume di automezzi straordinario rispetto al normale “in una situazione – ha spiegato – che per le nostre possibilità e forze diventa difficile da poter gestire”.

Il presidente ha infatti avanzato una ulteriore richiesta di intervento celere su due ponti: quello sulla 3 Ter – la strada che collega Narni a San Gemini - e quello sulla SP 8 (Amelia-Orte). “Il considerevole aumento del traffico giornaliero – ha sottolineato – richiede un rafforzamento e un adeguamento di quelle strutture per garantire il massimo della sicurezza per chi viaggia”.

L’incremento di traffico sarà conseguenza delle ordinanze che serviranno a gestire il traffico – leggero e pesante – in queste settimane di lavori sul viadotto e che si dovrebbero concludere entro la metà di luglio, salvo imprevisti.

“Le ordinanze – informa Lattanzi - confermeranno l’impostazione già emersa e suggerita dal sottoscritto insieme ai tecnici dell’ente, già dalle prime ore dopo l’insorgere del problema e dureranno il tempo necessario ai lavori di messa in sicurezza del viadotto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Terni sotto shock, è morto l’avvocato Massimo Proietti. Il cordoglio delle istituzioni e l'annuncio dei funerali

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

Torna su
TerniToday è in caricamento