rotate-mobile
Cronaca

“Curriculum” da brividi tra estorsione e violenza sessuale: straniero pericoloso via da Terni

Accolto da parrocchie e associazioni in città, era dedito al bere e negli ultimi tempi aveva preso di mira la commessa di un supermercato in città: accompagnato al Cpr di Ponte Galeria in attesa del rimpatrio in Nigeria

Negli ultimi tempi, la sua pericolosa attenzione si era concentrata sulla commessa di un supermercato di Terni. Ma il suo curriculum era comunque lungo: estorsione, danneggiamento, violenza privata, violenza sessuale. Senza fissa dimora e dedito al bere, il 36enne nigeriano era stato accolto da parrocchie e associazioni della città. Ma era stato più volte denunciato dalla polizia di Stato, compresi gli ultimi episodi che avevano richiesto diversi interventi da parte degli agenti della squadra volante della questura.

Tutti elementi che hanno contribuito prima al rifiuto della richiesta di rinnovo per protezione internazionale da parte della commissione per i rifugiati e poi al rifiuto del rinnovo di permesso di soggiorno da parte dell’ufficio immigrazione di Terni per pericolosità sociale.

Appena stato possibile da un punto di vista burocratico, la terza sezione – espulsioni - dell’ufficio immigrazione ha messo dunque in moto la procedura per trattenerlo al centro di permanenza e rimpatrio di Ponte Galeria – a Roma - per il successivo rimpatrio al suo Paese di origine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Curriculum” da brividi tra estorsione e violenza sessuale: straniero pericoloso via da Terni

TerniToday è in caricamento