rotate-mobile
Sabato, 9 Dicembre 2023
Cronaca

Cento chiamate al giorno anche in piena notte: finisce l’incubo di una donna

Ammonimento per un 55enne che non accetta la fine della convivenza: decisivo l’intervento dei carabinieri dopo la denuncia della ragazza

Ammonimento del questore di Terni a carico di un 55enne italiano per atti persecutori e molestie nei confronti della ex compagna. Le indagini, scaturite dalla richiesta di aiuto della donna rivolta ai Carabinieri di Collescipoli, hanno permesso di accertare che l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, nel tempo aveva portato avanti comportamenti di persecuzione nei confronti della donna. L’uomo, che non ha mai accettato la decisione della donna di interrompere il loro rapporto di convivenza, ha iniziato a manifestare forme di ossessiva gelosia e possessività nei suoi confronti, arrivando ad effettuare più di cento chiamate e videochiamate in un giorno, soprattutto in orario serale e notturno.

Non è servito neanche il blocco imposto al numero del molestare a farlo desistere, tanto che l’uomo più volte è andato vicino casa di lei, spesso ubriaco, iniziando a suonare incessantemente il citofono dell’abitazione, creando notevole disturbo all’intero condominio. I carabinieri hanno raccolto testimonianze ed annotazioni dei ripetuti interventi effettuati dalle pattuglie, ed accertata la costante condizione di angoscia e paura per la propria incolumità personale e dei familiari, che aveva portato la donna a modificare radicalmente le proprie abitudini di vita. Il questore allora ha emesso il provvedimento dell’ammonimento, intimando all’uomo di interrompere ogni tipo di contatto e condotta lesiva. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cento chiamate al giorno anche in piena notte: finisce l’incubo di una donna

TerniToday è in caricamento