rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

Anziani in pericolo, giro di vite della polizia contro truffe e furti

I pendolari del crimine sotto la lente degli agenti della questura: giovane bloccata mentre tenta di adescare un pensionato. Controlli a tappeto

Pendolari del crimine e truffatori di anziani sono i “tormentoni” dell’estate 2018. Per questo, dalla questura sono stati rafforzati i controlli, con la presenza di numerosi agenti in divisa ed in borghese, soprattutto nelle zone circostanti la stazione ferroviaria. E proprio nell’ambito di questa azione preventiva, agenti della Digos in via Curio Dentato nel pomeriggio di giovedì hanno fermato una ragazza che, appena uscita dall’ingresso secondario della stazione, aveva “puntato” un anziano ternano alla fermata dell’autobus.

La mossa ha suscitato l’attenzione dei poliziotti che prima l’hanno seguita e poi l’hanno fermata per identificarla.

Dai controlli è emerso che la ragazza – 25 anni, di origini rumene – era arrivata in città dal campo nomadi di villa Bonelli di Roma. Le verifiche nel database delle forze dell’ordine hanno poi fatto emergere una lunghissima sfilza di precedenti penali, tra i quali reati contro il patrimonio e contro la persona, oltre a numerosi divieti di ritorno da altrettanti comuni italiani, in particolare umbri, tra cui quello più recente del 3 agosto proprio da Terni.

È stata dunque denunciata e riaccompagnata in stazione dagli agenti della polizia di Stato.

L’operazione “Estate sicura” predisposta dal questore, Antonio Messineo, prosegue dunque con controlli e appostamenti non solo nelle zone sensibili – come appunto la stazione – ma anche tenendo d’occhi centro e periferia, con particolare attenzione alle case che resteranno vuote in questi giorni di vacanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziani in pericolo, giro di vite della polizia contro truffe e furti

TerniToday è in caricamento