Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Rivo

“Signora, in casa sua c’è una perdita di gas: mi dia i gioielli e si metta in salvo”, ma è una truffa

È entrato in azione nella zona di Borgo Rivo: ha staccato luce e acqua e poi ha simulato un guasto. Ma la signora si è insospettita e lo ha cacciato. Indagano i carabinieri

Ha suonato alla porta e si è presentato: sono il tecnico dell’acqua, devo fare un controllo. Poi è entrato in casa ed ha messo in atto tutta una serie di stratagemmi per “convincere” la padrona di casa che ci fosse un pericolo imminente e mettere così in atto il suo piano. La donna però non si è lasciata abbindolare e lo ha cacciato di casa per poi avvertire i carabinieri.

È successo ieri mattina nel popoloso quartiere ternano di Borgo Rivo, poco prima delle dieci. L’uomo, alto circa un metro e 65 e vestito di nero, si è presentato alla casa della possibile vittima dicendo che avrebbe dovuto verificare l’eventuale presenza di problemi all’impianto idrico e a quello del gas dell’abitazione. Una volta in casa ha prima staccato l’energia elettrica e poi chiuso la conduttura principale dell’acqua. Secondo il racconto fornito dalla donna ai carabinieri, si sarebbe poi diretto verso il bagno dove avrebbe spruzzato del gas contenuto in una bomboletta.

Per rendere ancora più credibile la messinscena, avrebbe poi fatto esplodere due raudi, ossia due piccoli fuochi pirotecnici, così da spaventare la signora e mette a segno il suo piano: “C’è una fuga di gas signora, è pericoloso. Mi dia i suoi orecchini e mi dica se ci sono altri gioielli o una cassaforte in casa: dobbiamo mettere tutto in salvo prima che succeda qualcosa di grave”.

A questo punto, la donna ha capito che si trattava di un tentativo di truffa: non si è fatta intimidire ed ha cacciato di casa il falso tecnico, che se n’è andato con la coda fra le gambe.

La donna ha poi allertato il 112: sul posto è arrivato l’equipaggio del nucleo radiomobile che ha raccolto la testimonianza e avviato le indagini. È ancora in libertà e dunque potrebbe tornare a colpire. Per questo, dal comando provinciale dei carabinieri di Terni mettono in guardia: “In casi dubbi, prima di far entrare sconosciuti nell’abitazione, è importante chiamare il numero di pronto intervento 112. La signora è stata molto capace ed il suo intuito le ha permesso di salvarsi e di scongiurare il furto dei propri beni”.

Per accrescere i livelli di sicurezza e informazione, riprenderanno a breve gli incontri che l’Arma tiene agli anziani e ai soggetti appartenenti alle cosiddette fasce deboli, al fine di illustrare come difendersi e come comportarsi in casi simili.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Signora, in casa sua c’è una perdita di gas: mi dia i gioielli e si metta in salvo”, ma è una truffa

TerniToday è in caricamento