rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Borgo Rivo / Via del Rivo

Tentano la rapina in una banca in via del Rivo: traditi da una goccia di sudore

Individuati dalla polizia di Terni: si tratta di due fratelli di 31 e 35 anni, arrestati già un anno fa per un colpo in un supermercato in via Di Vittorio

Ad aprile 2020 erano finiti in cella con l’accusa di avere rapinato il supermercato Emi di via Di Vittorio. Oggi, l’accusa che la procura della Repubblica di Terni muove nei loro confronti è di avere tentato un altro colpo in una banca di via del Rivo, a Terni.

Alla coppia di fratelli calabresi, 31 e 35 anni, gli investigatori della squadra mobile sono risaliti attraverso una serie di approfondimenti tecnici. Fra tutti, il sequestro del taglierino che potrebbe essere stato utilizzato in occasione della tentata rapina e la comparazione tra i profili genetici estrapolati dal servizio polizia scientifica della polizia di Stato su un cappello posto sotto sequestro, e quelli degli indagati, che ha consentito di acquisire “utili elementi in ordine alla responsabilità penale degli indagati”.

Il tentativo di rapina risale al 10 gennaio 2020 quando i due avrebbero fatto ingresso nell’istituto di credito, col volto coperto proprio da dei cappelli ed armati di taglierino, minacciando gli impiegati ed alcuni clienti presenti. I due malviventi, scoperto che il denaro era già stato messo in sicurezza ed essendo scattato l’allarme, si erano quindi immediatamente dati alla fuga.

Nei giorni scorsi ai due fratelli – arrestati a seguito dell’indagine sulla rapina al supermercato Emi – è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini da parte della procura della Repubblica di Terni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano la rapina in una banca in via del Rivo: traditi da una goccia di sudore

TerniToday è in caricamento